Calcio Serie B, il Benevento alla ricerca del decimo risultato utile Sport

Alle spalle la dura “battaglia” di Foggia che tanti strascichi ha lasciato anche a livello delle decisioni del giudice sportivo (entrambe le società sono state multate di ben 10.000 euro, il Foggia ha avuto squalificato per tre giornate l’espulso Gerbo, mentre il giallorosso Improta è stato fermato per la gara contro il Pescara per somma di ammonizioni), si torna nuovamente in campo per il turno infrasettimanale in programma per oggi e domani. Ed alle 18.00 sarà fischiato l’inizio di Benevento - Pescara.

E dei fatti che si sono verificati allo “Zaccheria” di Foggia certamente si parlerà ancora a lungo, anche perché il presidente dei rossoneri pugliesi ha addirittura scritto in Lega ed alla Can di B protestando duramente sia nei confronti del direttore di gara che per il comportamento dei tifosi beneventani. Ed allora in attesa di fare chiarezza, anche perché la Digos di Foggia sta esaminando i filmati, è bene dire subito che se le cose non sono andate tanto bene, ma che la partita era a rischio lo sapevano tutti, lo si deve soprattutto a come il servizio d’ordine è stato organizzato. Pullman e macchine dei beneventani sono state bloccate in un posto molto distante dallo “Zaccheria”, mentre per il trasporto allo stadio sono stati utilizzati soltanto quattro - cinque navette sgangherate (per oltre 800 tifosi!) subito stracolme. Poi per entrare nello Stadio nessun filtraggio preventivo, come avviene ovunque, ed alla fine della gara oltre un’ora di attesa all’interno dello ”Zaccheria” prima di ritornare in quelle navette e poi ai pullman ed alle macchine. E proprio al ritorno il lancio di pietre verso le navette con vetri rotti, tanta paura e qualche lieve ferito tra i tifosi della “Strega”. Tutto da capire chi ha iniziato il lancio di petardi e razzi tra le due curve, mentre non si riesce a capire come siano stati portati nelle due curve.

A parte queste cose, comunque, che nulla hanno a che vedere con lo sport e con la partita che è stata disputata con vigore, ed anche un po’ di cattiveria, da entrambe le squadre, resta il pareggio finale per 1-1 che premia soprattutto il Foggia e che va stretto al Benevento, ed anche molto, al Benevento che certamente avrebbe meritato di conquistare i tre punti in palio.

Oggi, comunque, si rigioca ed al “Vigorito” sarà di scena il Pescara, con i giallorossi a caccia del decimo risultato utile consecutivo, che permetterebbe a Bagni e compagni di riconquistare il terzo posto in classifica, proprio ai danni degli adriatici, con un occhio anche al Palermo che sarà di scena a Crotone.

Certamente non sarà facile la gara contro gli uomini di Pillon, ma il Benevento non vuole lasciare nulla di intentato per proseguire l’attuale cammino vincente.

Intanto Bucchi dovrebbe aver recuperato in pieno Volta ed Antei, assenti a Foggia, come pure Letizia che dovrebbe tornare a spingere sulla fascia sinistra. Così contro il Pescara dovrebbe tornare in campo la difesa a tre titolare, formata da Volta, Tuia e Caldirola, anche se Costa e Tuia alla “Zaccheria” non hanno demeritato. Naturalmente sulla fascia destra dovrebbe essere riconfermato Maggio, anche per lui buona la prestazione in terra pugliese, che sembra pienamente recuperato dopo una lunga assenza. Sulla fascia sinistra naturalmente il rientro di Letizia, anche per la squalifica di Improta. Tutto da vedere come sarà schierato il centrocampo, dove c’è area di turn over e novità anche perché qualcuno a Foggia ha dimostrato di avere bisogno di un po’ di riposo. L’unico certo dovrebbe essere Crisetig, mentre per le ultime due maglie Bucchi ha un’ampia scelta avendo tutti gli uomini a disposizione. E’ possibile un rientro dal primo minuto di Tello, che potrebbe fare coppia con Del Pinto o Bandinelli. Difficile che Bucchi schieri insieme Viola e Crisetig, due giocatori quasi simili, che potrebbero alternarsi nel corso della gara. In attacco dovrebbero essere confermati Insigne e Coda, con Asencio che potrebbe entrare in caso di necessità.

Per quanto riguarda il Pescara anche questa volta mister Pillon dovrebbe affidare all’ex Memuskaj il compito di regista, mentre dovrebbe partire dalla panchina l’ex giallorosso Bruno, che torna a Benevento in questa stagione per la seconda volta (la prima volta con la maglia del Livorno, prima del passaggio al Pescara nel mercato invernale.

Per arbitrare Benevento - Pescara è stato designato Valerio Marini di Roma, che si avvarrà dei collaboratori di linea Michele Grossi di Frosinone e Visto Mastrdonato di Molfetta, IV uomo Luca Massimi di Termoli. Il romano Marini è un quarto anno in Serie B, dove ha diretto 56 gare con 18 vittorie casalinghe, 23 pareggi e 15 vittorie esterne, 15 rigori concessi e 17 espulsi. Per lui anche una direzione in Serie A, con una vittoria interna ed un rigore concesso. In totale ha diretto in carriera 138 gare con 43 successi delle compagini casa, 56 pareggi, 39 blitz esterni, 37 rigori concessi e 55 espulsi. Sono 4 i precedenti in gare ufficiali di campionato con il Benevento, con due vittorie (Benevento - Catanzaro 3-0 e Benevento - Foggia 2-0) e due pareggi (Casertana - Benevento 0-0 e Benevento - Pro Vercelli 1-1). Ha tenuto però a battezzo il Benevento in questa stagione nella prima gara di Coppa Italia contro l’Imolese vinta dai giallorossi per 1-0 grazie alla rete di Bandinelli ed è stato il IV uomo il Benevento - Perugia, gara sempre vinta dalla “Strega” per 2-1. Quindi un arbitro che dovrebbe portare bene. Due precedenti con il Pescara con altrettante sconfitte. Anche questo un fatto positivo.

Ecco il programma di questo ventiseiesimo turno di campionato:

Benevento - Pescara martedì 26 ore 18.00 (Marini - Grossi - Mastrodonato - Massimi)

Ascoli - Foggia martedì 26 o0re 21.00 (Giuia - Baccini - Capone - Volpi)

Cosenza - Carpi martedì 26 ore 21.00 (Pezzuto - Capsldo - Rossi - Dionisi)

Crotone - Palermo martedì 26 ore 21.00 (Abbattista - Lanotte - Tardino - Marinello)

Lecce - Verona martedì 26 ore 21.00 (Sacchi - Rossi - Affatato - Rapuano)

Padova - Brescia martedì 26 ore 21.00 (Baroni - Vecchi - Marchi - Prontera)

Salernitana - Cremonese martedì 26 ore 21.00 (Illuzzi - Rossi - Bercigli - Fourneau)

Venezia - Perugia mercoledì 27 ore 19.00 (Pillitteri - Luciano - Soricaro - Minelli)

Spezia - Livorno mercoledì 27 ore 21.00 (Piccinini - Muto - Lombardo - Maggioni)

Riposa Cittadella

Si parte con questa classifica:

Brescia 46

Palermo 42

Pescara 41

Benevento 40

H. Verona 39

Lecce 38

Spezia 34

Cittadella 33

Perugia 32

Salernitana 31

Cosenza 30

Ascoli 28

Cremonese 27

Venezia 26

Livorno 23

Foggia (-8) 22

Carpi 21

Crotone 19

Padova 18

Lecce ed Ascoli una gara in meno

GINO PESCITELLI