Calcio Serie B: il Benevento vuole regalare il bis ai propri tifosi Sport

Dopo aver superato il Livorno con il rigore messo a segno da Coda, questo pomeriggio (fischio d’inizio alle 15.00) il Benevento vuole regalare il bis ai propri tifosi, anche se gli avversari di turno, la Cremonese di Mandorlini, non sono certo paragonabili al Livorno, ultimo in classifica. E questo lo dicono i numeri: insieme al Pescara, la Cremonese è imbattuta, anche se occupa la nona posizione della classifica, con due gare vinte e cinque pareggiate nelle sette gare disputate. A ciò dobbiamo aggiungere che giunge al “Vigorito” senz’altro più fresca avendo fruito del turno di riposo nella giornata che si è conclusa.

Al “Vigorito” andrà oggi di scena la sfida tra le “città del torrone” e tutti si augurano che quello beneventano sia…più dolce, anche se gli avversari di turno sono imbattuti, pericolosi e rappresentano una delle più belle realtà di questa prima parte del torneo.

Questo anche se il team di Mandorlini giunge a Benevento con i classici cerotti. L’allenatore, infatti, dovrà fare a meno di giocatori importanti, come Terranova, perno della difesa, di Paulinho, vero uomo squadra, Emmers, del goleador Perulli, di Piccolo e Montalto, mentre ha recuperato Castrovili e Mogos, che comunque non sono in buone condizioni. Questo, però, non favorirà i giallorossi, dal momento che certamente Mandorlini riuscirà a mettere in campo un undici capace di mettere paura ai giallorossi. Certa la presenza tra i grigiorossi di Mirko Carretta, un ex che ha lasciato nel Sannio tanti rimpianti.

Anche per i giallorossi, che questo pomeriggio (è la seconda volta che si gioca alle 15.00, e tutti si augurano che l’orario non crei problemi come si è verificato a Pescara) scenderanno in campo con la terza maglia ufficiale (quella contraddistinta da un verde simile a quello del Camerum), qualche problema di formazione. Non ci sarà, infatti, capitan Maggio, mentre altri giocatori non si sono del tutto ripresi dopo la gara di lunedì scorso contro il Livorno.

Come ha chiaramente affermato Bucchi nella conferenza stampa pre-partita capitan Maggio sarà sostituito da Gyamfi, per non stravolgere il tradizionale 4-3-3. Bisogna poi considerare che martedì prossimo sarà nuovamente campionato, con la trasferta in Liguria contro lo Spezia, per cui un turn over diventa quasi obbligatorio. Certamente in porta ci sarà Puggioni, poi difesa composta da Billong e Volta centrali, con Gyamfi e Letizia sulle fasce. A centrocampo certe le presenze di Viola e Tello, mentre l’ultima maglia se la contenderanno Nocerino, favorito, e Bandinelli. Scontata la riconferma di Coda, ex della giornata per aver disputato tre campionati nelle file della Cremonese, al centro dell’attacco, mentre per quanto riguarda le fasce le due maglie disponibili se la contenderanno, come sempre Insigne e Ricci per la fascia destra ed Improta e Buonaiuto per quella di sinistra. E’ probabile che questa volta toccherà a Ricci ed Improta partire dal primo minuto.

Per arbitrare la sfida di questo pomeriggio è stato designato Alessandro Di Paolo di Avezzano, che si avvarrà della collaborazione di Vittorio Sorricaro di Barletta e Riccardo Macaddino di Pesaro, IV uomo Luca Massimi di Termoli. Il direttore di gara di Avezzano è un dodicesimo anno, ma per la prima volta scende in campo in questa stagione. Fino ad ora diretto 3 gare in Serie A (due vittorie delle squadre di casa ed un blitz esterno) e 134 in B (58 vittorie interne, 46 pareggi e 30 vittorie esterne, 41 rigori concessi e 38 espulsi). In totale 209 le gare dirette in carriera, con 96 successi interni, 68 pareggi, 45 blitz esterni, 62 rigori concessi e 59 espulsi. Sono 4 i precedenti con il Benevento, con una sola vittoria (Benevento - Novara 1-0), un pareggio (Benevento - Vibonese 1-1) e due sconfitte sempre per 1-0, contro il Novara fuori casa e Brescia ancora in trasferta. Ben 6, invece, i precedenti con la Cremonese, che con Di Paolo non ha mai vinto, collezionando 2 pareggi e ben 4 sconfitte.

GINO PESCITELLI