Calcio Serie B, un Benevento con tanti assenti all'esame del Palermo Sport

Inizia questa sera per il Benevento al “Barbera” di Palermo un mese da vivere intensamente e da mandar giù tutto d’un fiato.

Nei prossimi 30 giorni i giallorossi scenderanno in campo ben sette volte, in quella che sarà una vera e propria full immersion agonistica tra campionato e Tim Cup. Insomma, tra il 30 novembre ed il 30 dicembre l’undici di Bucchi si giocherà una buona fetta di stagione, oltre alla possibilità di tornare al “Meazza” di Milano il 13 gennaio per la Coppa Italia sfidando addirittura l’Inter.

Si comincia questa sera (fischio d’inizio alle 21.00) con il Palermo al “Renzo Barbera” nell’anticipo della 14esima giornata (diretta sui Rai Sport e Dazn), per proseguire martedì 4 dicembre alle 15.00 (diretta Rai Sport) al “Vigorito” contro il Cittadella per la Coppa Italia, partita secca con supplementari ed eventuali rigori con la squadra che supererà il turno che affronterà l’Inter di Spalletti.

Si continuerà con Benevento - Hellas Verona in programma domenica 9 alle 21.00, poi la trasferta di Cosenza di sabato 15 dicembre alle 18.00, e la gara pre-natalizia Benevento - Crotone in programma domenica 23 alle 21.00. Ma non finisce qui perché giovedì 27, alle 21.00, è in programma Padova - Benevento, infine l’ultima del girone di andata con Benevento - Brescia in programma il 30 dicembre alle 16.00. Poi la “cadetteria” si fermerà fino al 19 gennaio, e fino al giorno prima resterà aperto il “mercato di riparazione” con il Benevento che certamente dovrà fare qualcosa per superare l’attuale emergenza. Ma, come scritto prima, in caso di vittoria contro il Cittadella il 13 gennaio si potrebbe andare al “Meazza” per affrontare l’Inter.

Come si vede un vero e proprio tour de force, che inizia dopo che i giallorossi hanno respirato un po’ di aria migliore dopo la vittoria di sabato scorso contro il Perugia in piena zona Cesarini.

Purtroppo si ricomincia a Palermo, contro la capolista, che punta senza mezzi termini al ritorno in Serie A per la porta principale. E’ un Palermo che fino ad ora ha lasciato davvero poco agli avversari, con sette vittorie, quattro pareggi ed una sola sconfitta. Insomma, l’undici di Stellone sta mettendo a tutti paura e soprattutto sul proprio terreno è quasi imbattibile.

Questo per capire che la “strega” giunge in Sicilia in un momento davvero difficile, e tutto per Bucchi si è complicato negli ultimi giorni per nuovi infortuni. Infatti per la trasferta del “Barbera” l’allenatore ha perso anche Improta ed Insigne, che in infermeria sono andati a far compagnia ai vari Del Pinto, Costa, Nocerino, Tuia e Bukata. Tra i convocati c’è Maggio, che però dovrebbe partire dalla panchina per le sue condizioni. Questo vuol dire che Bucchi ancora una volta la formazione è quasi obbligata, con Montipò che dovrebbe essere riconfermato a guardia della rete, poi Volta e Billong centrali, con sulle fasce Letizia e Di Chiara, a meno che Bucchi non decida di lanciare nuovamente Gyamfi.

Centrocampo obbligato Viola, Bandinelli e Tello, mentre in attacco ancora una volta ci dovrebbero essere Coda ed Asencio, con Buonaiuto e Ricci che si contenderanno l’ultima maglia disponibile. Tutto da capire il modulo che l’allenatore deciderà. Potrebbe ancora affidarsi al 3-4-2 ed in questo caso un pensierino potrebbe anche farlo su Antei terzo difensore, anche per cercare di porre un freno al fortissimo attacco del Palermo, che fino ad ora ha messo a segno 22 reti.

Sarà interessante vedere alla prova il reparto difensivo dei giallorossi, fino ad ora il reparto che più ha deluso con ben 19 reti subite. La partita si giocherà, forse, tutta tra la difesa dei giallorossi e l’attacco rosanero, che potrà contare anche sull’ex giallorosso Puscas, protagonista della promozione in A del Benevento. E tra le fila dei padroni di casa anche Brignoli, entrato nella storia per il “famoso” gol al Milan.

La gara del “Barbera” di questa sera è stata affidata ad un arbitro che va per la maggiore, Eugenio Abbattista di Molfetta, 36 anni alla sua decima stagione tra professionisti e Can. Sarà coadiuvato Manuel Robillotta di Sala Consolina ed Edoardo Raspollini di Livorno IV uomo Giovanni Ayroldi di Molfetta.

Il “fischietto” di Molfetta è una vecchia conoscenza del Benevento, con sei gare dirette, con un bilancio di tre vittorie (Benevento - Foligno 2-0, Benevento - Sorrento 1-0, Benevento - Spezia 1-0), un pareggio (Entella - Benevento 0-0), e due sconfitte (Benevento - Ternana 0-2 e Bologna - Benevento in Serie A 3-0. Poi, anche un gara di Coppa Italia della stagione 2016/2017 quando i giallorossi furono eliminati dalla Salernitana ai calci di rigore. Quattro i precedenti con il Palermo con una vittoria, due pareggi e due sconfitte. Il direttore di gara di Molfetta fino ad ora ha dirette 8 gare in A (3 successi delle squadre di casa, 1 pareggio e 4 successi esterni, 1 rigore concesso), 110 in B (44 successi interni, 43 pareggi, 23 successi esterni, 24 rigori concessi e 46 espulsi). In totale 176 le gare dirette, con 74 successi, 64 pareggi, 38 successi delle squadre in trasferta, 32 rigori concessi e 75 espulsi.

Ecco il programma di questa 14esima giornata:

Palermo - Benevento venerdì 30 ore 21.00 (Abbattista - Robilotta - Raspollini - Ayroldi)

Cittadella - Salernitana sabato 1 ore 15.00 (Giuia - Mastrodonato - Bremes - Santoro)

Cosenza - Padova sabato 1 ore 15.00 (Marini - Cipressa - Rossi - Carrione)

Cremonese - Crotone sabato 1 ore 15.00 (Nasca - Scarpa - Borzomì - Piscopo)

Ascoli - Spezia sabato 1 ore 18.00 (Illuzzi - Fiore - Macaddino - Dionisi)

Brescia - Livorno domenica 2 ore 15.00 (Minelli - Vecchi - Dei Giudici - Marcenaro)

Carpi - Lecce domenica 2 ore 15.00 (Guccini - Sechi - Margani - Maggioni)

Perugia - Pescara domenica 2 ore 15.00 (Ghersini - Baccini - Lombardi - Di Martino)

Foggia - Venezia lunedì 3 ore 21.00 (Volpi - Muto - Opromolla - Pezzuto)

Riposa Hellas Verona

Si parte con questa classifica:

Palermo 25

Pescara 23

Lecce 21

Benevento 20

Cittadella 20

Salernitana 20

Verona 19

Brescia 18

Spezia 17

Perugia 17

Ascoli 16

Cremonese 15

Venezia 15

Crotone 12

Cosenza 11

Padova 11

Carpi 10

Foggia 8

Livorno 6

GINO PESCITELLI