Sport - Coppa Italia: al ''Vigorito'' il Benevento affronta l'Imolese

Coppa Italia: al ''Vigorito'' il Benevento affronta l'Imolese Sport

Inizia questa sera alle 20.00 il lungo e difficile viaggio che il rivoluzionato Benevento dovrà affrontare nel torneo di Serie B.

Come sempre l’avvio è riservato alla Coppa Italia Tim, con i giallorossi a caccia della decima affermazione. Avversario sarà l’Imolese, recentemente ripescata in Lega Pro, che a sorpresa ha eliminato la  Carrarese. E questa sera al “Vigorito” Maggio e compagni dovranno cercare di interrompere una striscia negativa che li vede eliminati al primo turno nelle ultime tre partecipazioni. Ed in caso di superamento del turno (sono previsti anche supplementari ed eventuali calci di rigore) ci sarà subito l’Udinese in trasferta, per assaporare nuovamente l’aria della Serie A. Sarà la quattordicesima partecipazione del sanniti alla Coppa Italia Tim.

E’ bene dire subito che il Benevento ci tiene tantissimo a superare  il turno, come ha affermato a chiare lettere mister Bucchi nella conferenza stampa di preparazione. E’ stata la prima del nuovo tecnico, nel corso della quale ha fatto il punto sul mercato e su quello che ancora manca per completare, ma anche sfoltire, l’attuale “rosa”.

Praticamente si è dichiarato contento per la vera e propria “rivoluzione” in atto, affermando chue tutto si è svolto con il suo consenso. Poi a chiare lettere ha affermato che ora si attende l’arrivo in giallorosso di Bonaiuto (che ha già allenato con Torres e Perugia) anche perché sarebbe un giocatore “bandiera” (è cresciuto nel Benevento) e quindi non inciderebbe sulla lista degli over da presentare in Lega. Poi, attende l’arrivo di un difensore, dal momento che le condizioni di Antei non sono certo ottimali. E non mancato di preannuciare qualche partenza come quelle di De Falco, che merita più spazio, di Tazza e Filogamo, che dovrebbero essere dati in prestito, e di qualche altro giovane, anche perché l’attuale “rosa” è troppo numerosa.

Per la gara di questa sera sono 23 i convocati, con le assenze di Letizia, a corto di preparazione, Antei, non ancora pronto, dell’infortunato Iemmello (anche lui potrebbe essere ceduto), di De Falco, Bukata e Volpicelli.

Praticamente sembra già fatto l’undici iniziale, con Puggioni a guardia della rete, quindi Volta e Costa centrali,  Maggio e Di Chiara sulle fasce. Il centrocampo dovrebbe essere formato da Nocerino, Viola e Tello, infine Insigne ed improta in appoggio a Coda. Praticamente si dovrebbe partire con il classico 4-3-3, mentre in panchina dovrebbero andare Montipò, Billong, Gyamfi, Tuia, Sparandeo, Bandinelli, Del Pinto, Ricci, Filogamo.

Naturalmente mancherà l’ultimo arrivato Asencio, che, comunque, ha regolarmente firmato il contratto ed in caso di passaggio del turno potrebbe essere utilizzato contro l’Udinese..

Ad arbitrare la gara è stato designato il romano Valerio Marini, che si avvarrà della collaborazione di Giuseppe Opromolla di Salerno e Francesco Fiore di Barletta, IV uomo Fabio Natilla di Molfetta (che bello non avere il VAR!!!). E’ la quarta volta che Marini arbitra il Benevento con 2 vittorie e 2 pareggi. In totale ha diretto 129 gare con 38 successi delle squadre di casa, 54 pareggi e 37 vittorie esterne.

Un’ultima notizia. Dopo il magnifico spettacolo di giovedì sera sotto l’Arco Traiano, da tutti apprezzato, addirittura una interrogazione (da parte “grillina”) al Ministro dei Beni Culturali per il video con i tanti momenti esaltanti degli ultimi due anni della “strega”, a cominciare dalla festa per la promozione in A, le reti messe a segno in B e soprattutto in A. Un commento ci sembra opportuno: c’era proprio bisogno che un senatore, per giunta beneventano, interessasse del caso il Ministro dei Beni Culturali? Non sarebbe stato più opportuno chiedere al Ministro di mettere a disposizione fondi per meglio salvaguardare tanti monumenti della città?

GINO PESCITELLI