Pallavolo femminile Serie C: sconfitta al tie-break per la Volare Benevento contro il Vesuvio Oplonti Sport

Davvero un peccato per la Volare Benevento che, nella prima giornata di ritorno del campionato di Serie C di pallavolo femminile, ha perso al tie-break contro il Vesuvio Oplonti. Le tante assenze hanno inciso non poco sull’andamento dell’incontro che poteva avere esiti ben diversi per le sannite.

Comunque, alla fine, si può dire che quello portato a casa è un buon punto perché ottenuto contro una formazione forte che occupa le sesta posizione in classifica e che ha permesso alle giallorosse di mantenere il decimo posto con cinque lunghezze di vantaggio sulla zona pericolo.

Abbiamo detto di una Volare che è scesa in campo con diverse assenze. Alle lungodegenti Valentina Catillo e Paola Santamaria, infatti, si sono aggiunte la schiacciatrice Nausicaa Palombi ed il libero Giorgia Formato, in panchina solo per onor di firma.

Così, mister Antonio Poccetti ha mandato in campo le schiacciatrici Martina Pisano e Madona Ulaj, le centrali Teresa Negrone e Letizia Russo con Roberta Mercurio palleggiatrice ed Alessia Losco opposto.
A disposizione, le due palleggiatrici Alessia Giusti e Maria Paola Pedicini oltre alle citate Palombi e Formato.

Nell’Oplonti, coach Giovanni Giorgio, invece, ha dovuto fare a meno di uno dei suoi migliori elementi Resia Esposito. Tirato ed equilibrato, è stato il primo set con le due formazioni che hanno lottato punto a punto concedendo poco all’avversario. Così si è giunti ai vantaggi dove ad avere più i nervi saldi sono state le padrone di casa che, con gli attacchi di Ulaj e Pisano, hanno chiuso sul 28-26.

Nel secondo set, mister Giorgio ha richiamato le sue ragazze che hanno fatto appieno il loro dovere conducendo il gioco dall’inizio alla fine, chiudendolo sul 21-25. Senza storie, invece, è stato il terzo set con la Volare che non si è scoraggiata, anzi ha reagito alla grande portandosi subito sul 13-9. Un controbreak delle ospiti ha permesso loro di rientrare in partita sino al 17-15 salvo poi crollare nel finale. Un terrificante parziale di 8-0, infatti, ha consentito alle giallorosse di chiudere il gioco sul 25-15.

La stanchezza e l’impossibilità per coach Poccetti di effettuare dei cambi si sono fatti sentire nel quarto set con la squadra che ha iniziato ad accusare dei cali. Le padrone di casa hanno retto, infatti, fino al 10-10, poi hanno ceduto il passo all’Oplonti che si è portato sul 15-19 ed ha chiuso sul 19-25. Si è così andati al tie-break che ha rispecchiato un po’ la storia di questa partita con la Volare che ce l’ha messa tutta per cercare di portare a casa la vittoria, ma non ci è riuscita.

Così, dall’iniziale 8-10 per le ospiti, la Volare ha lottato riuscendo a recuperare lo svantaggio.
Le partenopee si sono portate avanti ancora sul 10-12, ma le sannite non hanno mollato raggiungendo anche il pareggio sul 13-13. Qui, però, l’Oplonti è stato più lucido, avendo anche più energie, per chiudere il set sul 13-15.

Anche se amareggiato per la sconfitta, si è detto comunque soddisfatto il coach della Volare Poccetti.
“Per le condizioni in cui stavamo - ha affermato - devo dire brave alle mie ragazze perché ci hanno creduto e lottato. Ce l’hanno messa tutta, ma purtroppo non è stato sufficiente per evitare la sconfitta. Peccato. Forse abbiamo un po’ di rammarico perché, come all’andata, si poteva ottenere qualcosa in più. Comunque questo punto fa morale in vista dello scontro diretto che abbiamo domenica prossima in casa del Cava Volley, formazione che ci è alle spalle. Dobbiamo cercare di portare a casa quanti più punti possibile per allontanarci, ancora di più, dalla zona retrocessione”.

Da segnalare, infine, gli aggiornamenti ai numeri di maglia delle atlete con Mercurio che è scesa in campo con la 23 e Pedicini con la 2.