Memorie Sannite Memorie Sannite

Poetico prosatore si rivela Luigi Antonio Gambuti in questa ”prosa -da-memoria”, che collinea col mio sentire. Specialmente m’e magante, quando parla della Val Fortore, dove svetta sveglia e svelta la graziosa cittadina di San Giorgio La Molara, quasi prossime alle stelle, si che da gran tempo io la chiamo... la ”Stellare”, Preso da profonda commozione, rendo onore allo scrittore Luigi Antonio Gambuti che fu direttore in quella terra, dove da millenni scorre il ”Fiume”. Marco Cavallo Un inno alla vita, all’ambiente, all’amicizia il volume che Luigi Antonio Gambuti da oggi alla stampa. Le caratteristiche dell’uomo di cultura, dinamico e attento osservatore del mondo che lo circonda si evidenziano, in modo chiaro e preciso, quando riporta gli avvenimenti che nel tempo si susseguono sui vari quotidiani che si pubblicano in provincia di Benevento ed in Campania. Il suo lavoro nell’evidenziare e dibattere gli annosi problemi della zona ”fortorina”, spesso abbandonata a se stessa, contribuisce a smuovere e a far lievitare il livello culturale e sociale, nonché l’interesse ai problemi... Lo ringrazio per quanto ha voluto fare per San Giorgio La Molara con l’augurio di un ad maiora semper... Raffaele Moffa E poi giunge l’ora in cui il vento di maestrale non ha più voce, né fretta, e di ogni barca celano, a poco a poco, le vele ormai stanche. Allora si ha voglia di rileggere il libro di bordo delle vita. Come fa Luigi Antonio Gambuti con questo suo ultimo lavoro, che raccoglie i suoi scritti, tessuti col filo sottile della sua anima insonne, dipanando il gomitolo degli anni. Diario di viaggi, d’incontri, d’addii, note di giorni caduti con le ombre lunghe delle sera, appunti di paesaggi aspri di guglie aguzze di rocce, che il sibilo testardo di levante aggredisce col suo lamento di bora. Ognuno ha il suo ”approdo”, la sua isola incantata, le sua Itaca nascosta... Tullio Iannotti

Prezzo € 12.91

Ordina

Torna alla home page

Torna ai libri della categoria