DURAZZANO - Riconosciuto responsabile del reato di estorsione continuata. In carcere pastore 35enne Cronaca

Nella tarda serata di ieri, a Durazzano, in esecuzione dell’ordine di esecuzione per la carcerazione del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere (Ce), i carabinieri della stazione di Sant’Agata de’ Goti, dopo averlo rintracciato, hanno proceduto ad arrestare un pastore 35enne, di Durazzano, già noto ai militari per i suoi trascorsi penali, in quanto riconosciuto responsabile del reato di estorsione, commesso nel marzo/aprile 2018 nel territorio di Arienzo, in provincia di Caserta, ai danni di un imprenditore locale e per il quale, il 9 aprile 2018, era stato precedentemente arrestato in flagranza dalla Polizia di Caserta, mentre intascava una tangente di 4mila euro.

Il 35enne, pertanto, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Benevento, dove dovrà scontare la pena di 3 anni, 3 mesi e 26 giorni di reclusione per i reati di estorsione continuata.