Un'altra giornata di grande impegno della Polizia municipale di Benevento Cronaca

Nell’ambito dell’attività di controllo finalizzata al rispetto delle misure di contenimento della diffusione del Covid-19, il Corpo di Polizia municipale di Benevento ha effettuato nella giornata di oggi circa 300 controlli sulle persone che comunque circolavano a piedi o in auto lungo le strade cittadine. Le stesse sono state tutte identificate, e ora sono in corso gli accertamenti sulla veridicità delle loro dichiarazioni.

Nel corso della giornata sono state controllate, più volte, la pista ciclopedonale di C/da Pantano, l’area dell’Istituto Agrario di C/da Piano Cappelle e le due zone maggiormente interessate dal passeggio delle persone, ovvero C/da Piano Morra, via Pacevecchia e l’area del ponte Tibaldi.

Sono state comminate due sanzioni amministrative.

Con l’entrata in vigore dell’ordinanza del governatore della Campania De Luca n. 39 del 25.04.2020, e del successivo chiarimento n. 22 del 28.04.2020, è possibile quanto segue:

i bar, pasticcerie e gelaterie agli stessi annesse, rosticcerie, gastronomie, tavole calde e similari potranno essere aperti dalle ore 7,00 alle ore 14,00 solo per esaudire le prenotazioni telefoniche o online. E’ vietato recarsi presso i citati esercizi pubblici;

tutti gli altri esercizi, ivi compresi i ristoranti, le pizzerie e le gelaterie che non sono annesse a bar e a pasticcerie, i pub nonché vinerie, kebabberie e similari potranno restare aperti dalle ore 16,00 e con possibilità di effettuare l’ultima corsa di consegna alle ore 23,00. Anche in questo caso è vietato recarsi presso i citati esercizi pubblici;

per tutta la durata di vigenza dell’ordinanza regionale n. 39/2020 (quindi dal 27 aprile al 3 maggio 2020) resta vietata la vendita al banco di prodotti di rosticceria e gastronomia da parte delle salumerie, panifici e altri negozi di generi alimentari. Resta consentita la vendita con consegna a domicilio dei prodotti opportunamente confezionati e con obbligo di utilizzo dei dispositivi di protezione individuale di cui all’art. 16 del decreto legge n. 18/2020 da parte degli addetti alle consegne;

dal 27 aprile 2020 e fino al 3 maggio 2020, fermo restando il divieto di svolgere attività ludica o ricreativa all'aperto, è consentito svolgere individualmente attività motoria all’aperto, ove compatibile con l’uso obbligatorio della mascherina, in prossimità della propria abitazione, e comunque con obbligo di distanziamento di almeno due metri da ogni altra persona - salvo che si tratti di soggetti appartenenti allo stesso nucleo convivente - nelle seguenti fasce orarie: ore 6,30 - 8,30 e ore 19,00 - 22,00. Oggi, con il chiarimento n. 21, è stato ribadito che “non risulta permesso svolgere attività di corsa, footing o jogging, in quanto le dette attività sono incompatibili con l’uso della mascherina perché pericolose ove svolte con copertura di naso e bocca e tenuto conto che chi esercita emette microgoccioline di saliva (droplet) potenziali fonti di contagio”.

E’ stata un’altra giornata di grande impegno - osserva Fioravante Bosco, comandante del Corpo di Polizia municipale - per via delle continue variazioni delle disposizioni impartite dalla regione Campania. Oggi finalmente - continua Bosco - è stato chiarito che non è possibile correre, come peraltro avevo sostenuto sin dal primo momento, e che per vinerie, kebabberie, rosticcerie e pub è possibile restare aperti nelle ore serali”.