''Lettere d'amore'': ai giardini del Teatro De Simone in scena la passione, l'amore, la gelosia, l'amicizia Cultura

I Giardini del Teatro De Simone hanno fatto da sfondo alla messa in scena dell’opera teatrale di A.R. Gurney “Lettere d’amore”, candidato al Premio Pulitzer nel 1990, interpretato da Viviana Altieri e Nicola Nicchi.

Un rapporto epistolare tra un uomo e una donna, Melissa ed Andy, accompagna tutta la loro esistenza tra sentimenti di amicizia e amore che si confondono e si contrappongono. “Love Letters” questo il titolo originale è –infatti- il racconto ammaliante dello scambio di lettere appassionato fra due giovani dalla personalità molto diversa ma che si completano in un rapporto che appare a tratti un gioco ma che custodisce un’amicizia rara.

Viviana Altieri, nata e cresciuta a Benevento, indossa con disinvoltura i panni di una affascinante ed delicata Melissa, ragazza ricca, viziata ed esuberante che soffre la mancanza di una famiglia unita come quella del suo caro amico Andy, una sofferenza che l’accompagnerà per tutta la vita e che la condurrà all’alcol e alla depressione. Nicola Nicchi, suo partner anche nella vita, calato appieno nel ruolo del riflessivo Andy che adora scrivere e che con Melissa vive una relazione combattuta dove ad entrambi manca il coraggio di amarsi davvero. Anche nei momenti in cui si allontanano, perché le loro vite prendono strade differenti, si ritrovano puntualmente attraverso il singolare rapporto cartaceo che li unisce mantenendo vivo il loro legame. Due personaggi singolari, Melissa ed Andy, che fanno riflettere e sognare nel loro scriversi, amarsi, litigare e inseguirsi per circa cinquant’anni, dalla infanzia all’età matura, ed anche quando Melissa non c’è più Andy non riesce a smettere di scriverle. In un’ultima lettera d’addio, indirizzata alla madre di Melissa, svela persino a se stesso di averla sempre amata.

Una rappresentazione intensa che permette di cogliere le fragilità umane e la continua ricerca della felicità che tutti rincorrono nella vita.

Alessandra Gogliano