Epidemia da Covid-19: ecco tutte le disposizioni della nuova ordinanza firmata dal sindaco Mastella Enti

Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella:

constatato che in alcuni luoghi del territorio cittadino si è registrato un notevole afflusso di persone, con conseguenti pericoli di assembramenti in violazione della dovuta distanza di sicurezza e del rispetto delle norme anticovid;

ravvisata la necessità di prevenire e contrastare tali condotte, al fine di scongiurare una pericolosa recrudescenza dell’epidemia;

ha firmato una nuova ordinanza che sancisce quanto segue.

ORDINA

1) A decorrere dalla data odierna, gli orari di chiusura della Villa Comunale, sono i seguenti: fino al 14 giugno nei giorni feriali chiusura alle ore 20.00, nei giorni prefestivi e festivi chiusura alle ore 22,00; dal 15 giugno al 15 settembre chiusura alle ore 24.00, salvo diversamente disposto; i frequentatori dovranno rispettare tutte le norme anticovid-19 ed in particolare, la distanza interpersonale di almeno un metro e l’obbligo di uso delle mascherine (DPI);

2) a decorrere dal 21 maggio 2021 e per tutti i successivi venerdì, sabati e domeniche, nonché nei giorni festivi e prefestivi, nel rispetto degli orari previsti dall’art. 1 del “decreto legge 18 maggio 2021, n 65 avente oggetto: Misure urgenti relative all’emergenza epidemiologica da COVID-19. (G.U. n. 117 del 18/05/2021)”, il divieto di stazionamento per evitare gli assembramenti, su tutto il territorio cittadino ed in particolare nelle seguenti aree:

a) Piazza Risorgimento, e agli spazi adiacenti costituiti dall’area antistante l’edificio dell’ex Banca D’Italia e dall’area antistante gli istituti scolastici Alberti e Galilei e Via XIV Maggio;

b) Via De Caro (area prospiciente il Tribunale);

c) Via S. Rosa, Via N. Sala e Via F. Flora;

d) Giardini Piccinato;

e) P.za San Modesto;

3) la Polizia Municipale è autorizzata alla chiusura delle predette aree nel caso in cui non sia possibile rispettare le previste norme sanitarie per il notevole afflusso di persone;

4) ai titolari di esercizi pubblici e commerciali, anche di natura temporanea e ambulante, ai titolari di attività artigianali con vendita di alimenti, ai circoli privati siti sul territorio cittadino, nel periodo dal 19maggio al 31 luglio 2021; di vendere e somministrare bevande di qualsiasi tipo in appositi bicchieri monouso, con esclusione quindi della vendita in bottiglie di vetro o in lattine metalliche; di provvedere alla raccolta differenziata dei rifiuti derivanti dall’attività svolta mediante appositi contenitori, così come previsto dalle Ordinanze Sindacali disciplinanti il Servizio di raccolta dei rifiuti urbani in ambito comunale; è fatto divieto a chiunque, nelle aree cittadine, di consumare bevande contenute in bottiglie di vetro o in lattine metalliche.

R A C C O M A N D A

In tutti i luoghi pubblici e aperti al pubblico la rigorosa osservanza, del vigente divieto di assembramento, del rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro e dell’obbligo di uso delle mascherine (DPI); facendo appello al senso di responsabilità della cittadinanza segnatamente delle fasce giovanili.

D I S P O N E

Che la presente ordinanza sia: pubblicata all’Albo Pretorio on line del Comune di Benevento nonché sul sito istituzionale www.comune.benevento.it; inoltrata al Servizio Verde per l’interdizione dell’area di competenza; inoltrata alla Polizia Municipale per la vigilanza e la irrogazione delle eventuali sanzioni; notificata a mezzo flusso a tutti dirigenti comunali per le rispettive competenze; comunicata al Prefetto di Benevento, al Presidente della Giunta Regionale, alla Questura, al Comando dei Carabinieri, alla Guardia di Finanza.

A V V E R T E

L’inosservanza delle disposizioni di cui alla presente Ordinanza, Ordinanza, è punita con le sanzioni previste dal D.L. n 19/2020 e s.m.e i.; avverso la presente ordinanza è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale della Campania, entro 60 giorni dalla pubblicazione o, in ulteriore alternativa, entro 120 giorni dalla pubblicazione, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica.