GINESTRA DEGLI SCHIAVONI - In arrivo ingente finanziamento per realizzare un Centro polifunzionale di servizi alle famiglie Enti

La nostra capacità progettuale è stata ancora una volta premiata”, dichiara Zaccaria Spina, sindaco di Ginestra degli Schiavoni, annunciando il finanziamento di 1.385.000 euro ottenuto dal suo Comune (con Decreto Dipartimentale n.94222 del 2 agosto ai sensi dell'avviso pubblico del DPCM 30-12-2020) per la realizzazione del Centro polifunzionale per servizi alle famiglie.

Mentre stanno per partire i bandi per l’affidamento della splendida struttura ricettiva a ridosso degli impianti sportivi e del centro servizi nell'area P.I.P. che daranno una scossa decisiva alla realtà socio-economica del paese - prosegue il primo cittadino -, avvieremo da subito le procedure per la realizzazione della struttura finanziata che potrà essere a supporto di tutta l’area. Sarà una struttura all'avanguardia, completamente autosufficiente in termini energetici”.

Il Centro polifunzionale per servizi alle famiglie da realizzare nella cittadina sannita sarà un presidio per tutelare e promuovere la salute psico-fisica e sociale dell’individuo, della coppia e della famiglia nelle diverse fasi della vita, con accesso libero e gratuito. Figure professionali quali assistente sociale, medico specialista in ostetricia e ginecologia, medico specialista in pediatria, psicologo e varie figure di operatori sociali potranno fornire attività di assistenza psicologica e sociale per preparazione alla maternità e paternità responsabile, problemi di coppia e della famiglia, problemi inerenti i minori.

La classe energetica dell’edificio sarà nZEB, come da normativa di settore dal 1/01/2021 per le nuove edificazioni; la struttura di Ginestra rientrerà, quindi, tra gli edifici dalle prestazioni elevatissime, che puntano a sostenibilità e risparmio energetico.

Tutti gli interventi che la rendono una struttura totalmente green includeranno tra le altre attività: sistemi di accumulo di energia solare per la produzione di acqua sanitaria; l’utilizzo di energia geotermica del sottosuolo “a bassa entalpia”; un sistema di riscaldamento a bassa temperatura; un sistema automatico di rilevamento persone (domotica e telecontrollo/telegestione). La struttura dell’edificio sarà formata da intelaiata in legno.

I colloqui psicologici potranno essere individuali, di coppia e di famiglia, per problematiche inerenti ad esempio la procreazione, il disagio interpersonale e relazionale, la sessualità, l’adolescenza, la menopausa, l’oncologia ginecologica; potranno anche essere fornite informazioni sulla contraccezione consapevole per promuovere maternità e paternità consapevoli, sui problemi di sterilità e infertilità, sulle procedure per l’adozione e l’affidamento familiare.