La Giunta Mastella vara un pacchetto di misure a sostegno delle attività produttive Enti

La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Clemente Mastella e alla presenza degli assessori Romano e Coppola (mentre gli altri assessori erano collegati in videoconferenza), ha deliberato oggi un pacchetto di misure a sostegno delle attività produttive e della tenuta sociale alla luce dell’emergenza Covid-19 in atto. Di seguito le misure deliberate dalla Giunta:

per quanto attiene i tributi comunali sono sospesi dall'8 marzo al 31 maggio 2020 i termini relativi alle attività di liquidazione, di controllo, di accertamento, di riscossione edi contenzioso;

il pagamento della prima rata TARI 2020 avrà scadenza non prima del

30/06/2020;

i conduttori degli immobili comunali con destinazione d’uso commerciale, artigianale, associativo possono sospendere il pagamento del canone di locazione/concessione per tutto il periodo di chiusura delle attività ed effettuare il pagamento entro il 30/06/2020 in un'unica soluzione, senza l’aggiunta né degli interessi né delle sanzioni;

per tutti gli altri canoni di locazione e concessione relativi a beni immobili (edifici e aree) relativi all’anno 2020, con scadenze previste nel primo semestre dell’anno, il differimento senza more e interessi al 30 giugno 2020. Eventuali ritardi rispetto alle scadenze contrattuali previste non daranno luogo a sanzioni, revoche o decadenze, se il corrispettivo dovuto sarà versato entro il 30 giugno 2020;
per i canoni di concessione relativi agli impianti sportivi con scadenza relativa al primo semestre dell'anno il differimento senza more ed interessi al 30 giugno 2020;

è sospesa l’emissione di tutte le ordinanze di rilascio coattivo degli immobili comunali per tutto il periodo di emergenza e comunque sino al 31/05/2020;

sono sospesi i termini dei procedimenti amministrativi di competenza comunale di natura organizzativa interna pendenti alla data del 23.02.2020 o avviati successivamente dalla suddetta data fino al 15 aprile 2020;

la quota contributiva relativa ai nidi dell'infanzia comunali per il periodo di chiusura per emergenza straordinaria non verrà addebitata.