Provincia, consegnati i lavori per la strada San Giorgio la Molara - Statale 90 bis Enti

Consegnati stamani presso la sede della Provincia di Benevento i lavori per il completamento della strada San Giorgio la Molara - Statale 90 bis in prossimità dell’Area industriale di Ponte Valentino di Benevento.

Ne dà comunicazione il presidente Antonio Di Maria.

Il documento, sottoscritto per la Provincia dal dirigente ing. Angelo Giordano, dal responsabile del Procedimento ing. Zosimo Maiolo e dagli ingegneri Stefania Rispoli e Filippo Iadanza, mobilita circa un milione e settecentomila euro, impegnando la ditta affidataria dei lavori ad ultimare le opere previste entro 395 giorni lavorativi consecutivi.

La costruzione di questa arteria fu avviata da altro Ente con gli anni Novanta del secolo scorso, ma non fu mai completata per una serie di vicissitudini: così, con l’Accordo Procedimentale Quadro del 21 gennaio 2002 tra Regione Campania e Provincia di Benevento, fu trasferita la competenza su questo tronco stradale alla Rocca dei Rettori con l’impegno ad ultimarla. Il compito, tuttavia, si è rivelato assai difficoltoso a fronte di una serie di formidabili difficoltà di ordine tecnico-finanziario ed, in particolare, per movimenti franosi attivi.

E’ stato, quindi, necessario procedere ad una revisione progettuale con la supervisione della Regione Campania.

Il presidente Provincia di Benevento Antonio Di Maria ha sottolineato l’importanza dell’evento odierno.

L’arteria San Giorgio la Molara - Statale 90 bis” - ha dichiarato - assicura più veloci collegamenti con il capoluogo sannita non solo da San Giorgio la Molara ma anche dagli altri centri del comprensorio montano del Fortore. Il miglioramento degli accessi a quell’area montana è peraltro essenziale per garantire una migliore qualità della vita ai cittadini fortorini e per assicurare alle piccole e medie imprese locali, in particolare del settore dell’agroalimentare, di poter conferire con celerità e sicurezza i propri prodotti. Questa arteria è attesa da troppo tempo dalle popolazioni e dai Comuni interessati, che a giusta ragione segnalano la attuale criticità delle infrastrutture: sono dunque davvero lieto per la ripresa dei lavori di questa arteria. Posso dire con orgoglio che, come avevamo promesso nei giorni scorsi, sono stati riavviati i cantieri di lavoro con la Fase 2: ebbene, questa è la prima tappa di un percorso che prevede molte altre opere in programma. Sono tutti interventi necessari sia per infrastrutture meglio il territorio, che per far ripartire l’economia locale immettendovi denaro fresco. E’ stato svolto un lungo ed attento lavoro da parte di tutti gli Uffici dell’Ente e da parte della stessa Amministrazione”.

Di Maria ha così concluso: “Nei giorni scorsi abbiamo consegnato i lavori per il completamento dell’impianto di disinquinamento dell’Isclero; oggi quest’altra opera. La mia amministrazione consegna dunque un altro tassello nel quadro delle opere pubbliche incompiute, confermando dunque le mie parole: la mia presidenza si vuole caratterizzare per la concretezza dei risultati”.