Sindaci al lavoro per garantire un migliore e più efficiente collegamento viario tra 7 Comuni siti in 3 Province Enti

Sindaci al lavoro per garantire un migliore e più efficiente collegamento viario, che sia anche veicolo per interscambi economici, sociali e culturali, tra sette Comuni siti in tre Province, tra la Campania e Puglia.

Presso il Comune di Ginestra degli Schiavoni si è tenuto questa mattina un primo incontro tra il primo cittadino Zaccaria Spina ed i sindaci Nicola De Vizio (San Giorgio la Molara) e Andrea Giallonardo (Castelfranco in Miscano), a cui è seguito un collegamento telefonico con i sindaci di Casalbore e Buonalbergo rispettivamente Raffaele Fabiano e Michelantonio Panarese.

Di qui a breve sarà coinvolta la Provincia di Benevento ed i Comuni di Roseto Valfortore e Faeto, in provincia di Foggia.

Partendo dal protocollo di intesa già in essere tra i Comuni di Ginestra degli Schiavoni e San Giorgio la Molara stipulato per la strada di collegamento Ginestra-San Giorgio, l’idea dei sindaci è di estenderlo ed integrarlo con altri cinque comuni, Castelfranco in Miscano, Buonalbergo, Casalbore, Faeto e Roseto Valfortore, abbracciando così le province di Benevento e Avellino nel territorio campano e di Foggia nel pugliese.

È stata una mattinata molto importante ed impegnativa ma anche molto proficua”, dichiara il sindaco Zaccaria Spina a margine dell'incontro.

Il progetto dell’arteria di collegamento tra Ginestra e San Giorgio la Molara - continua Spina - sarà allargato per la realizzazione di un solo reticolo viario che potrà coinvolgere ben sette comuni in tre Province (Benevento, Avellino e Foggia) e due Regioni (Campania e Puglia). Tale progetto avrà tutte le carte in regola e tutti i requisiti per essere inviato al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile (MIMS) ed essere candidato al finanziamento con i fondi dell'annualità in corso e potrà essere una nuova enorme opportunità con più che fondata aspettativa di realizzazione. Dovendo fare presto al fine di candidare quanto prima a finanziamento l’iniziativa progettuale, ci siamo dati un cronoprogramma che prevede entro metà giugno il coinvolgimento di tutti gli enti interessati, i Comuni e le Province, in un nuovo Protocollo che riprenda ed estenda quello già in essere tra il nostro Comune e San Giorgio ed in cui Ginestra è ente capofila. Partendo dallo studio di fattibilità del progetto già inserito nel Piano delle Opere Pubbliche, utilizzeremo questi quindici giorni per individuare il reticolo viario di collegamento, dopodiché ci sarà la sottoscrizione del nuovo Protocollo d’Intesa. Contiamo di arrivare il prima possibile ad un livello di progettualità da candidare al MIMS”.

Questa iniziativa - conclude il sindaco Spina - potrebbe essere destinata a stravolgere completamente la situazione di isolamento in cui versano i nostri comuni ed una viabilità siffatta avrebbe tutti i requisiti per essere finanziata proprio perché garantirebbe i collegamenti tra più territori, appartenenti a ben tre province di due regioni diverse, ma anche perché risulterebbe efficace e determinante per la crescita e lo sviluppo di queste nostre aree interne”.