Dal 25 al 31 agosto la 40esima edizione di Città Spettacolo 2019 Eventi

Una città spettacolo senza precedenti è quella che si preannuncia per il 40° anno della manifestazione il cui fil rouge è “Il senso dell’essenza”.

Sono soddisfatto del programma di questa edizione - ha dichiarato con entusiasmo il direttore artistico Renato Giordano - sarà un festa.

Come già annunciato da alcuni giorni l’apertura è affidata ad Alessandro Siani che porterà il suo spettacolo Felicità al Teatro Romano mentre a chiudere il festival sarà il duo comico Pio e Amedeo con La classe non è qua, tour in sole tre tappe che debutterà proprio a Benevento.

Un programma molto ricco che prevede eventi innovativi come l’Aperiteatro con scene di autori teatrali nei pressi dei vari bar del corso per lanciare il messaggio che è il teatro che va dai ragazzi, Palazzo PaoloV sarà la location per la degustazione dei vini Falanghina Sannio con percorsi professionali guidati, visite gratuite anche all’Arcos mentre all’Arco del Sacramento il Conservatorio darà vita ad un’opera lirica.

E poi le famose piazze d’autore con presentazioni di libri fra cui il rapper Luchè che parlerà del suo ultimo lavoro Potere, il vincitore del Premio Strega Antonio Scurati con M. il figlio del secolo e Giovanni Tartaglia Polcini con un testo che indaga le relazioni fra corruzione e sport.

Naturalmente tanto teatro con Teatro Off, Gabriele Lavia, Nello Mascia, Moni Ovadia e poi i concerti - rigorosamente gratuiti - dei grandi nomi del panorama musicale italiano da Loredana Bertè a Carl Brave ed I cugini di campagna.

Un appuntamento importante sarà il Premio Gregoretti, presenti i familiari, assegnato a Lavia all’Hortus Conclusus, per ricordare il regista da poco scomparso che ha diretto Città Spettacolo dal 1980 al 1989.

Una kermesse che promette di coinvolgere ogni tipologia di pubblico ed ogni fascia d’età con l’esibizione di artisti locali, musica, spettacoli di danza, ed uno spazio dedicato ai bambini.

Un cartellone di livello, nelle parole dell’assessore Oberdan Picucci, che ancora una volta vuole garantire il coinvolgimento della città intera ed ha invitato i commercianti a lasciare i negozi aperti nei giorni della manifestazione, una vetrina per ottenere maggiore visibilità.

Doveroso un passaggio sulle critiche dei giorni precedenti che definisce polemiche non motivate. Pensieri condivisi dal sindaco, Clemente Mastella, che ha rimarcato che la cultura economizza e in quanto tale va sostenuta. Un festival dai contenuti interessanti e di qualità - ha proseguito - va dato atto all’assessore Picucci e al direttore artistico Giordano che hanno dato saggio di se stessi con bravura e capacità.

Il programma completo sul sito www.cittaspettacolo.it

ALESSANDRA GOGLIANO