Il 31 maggio alla Libreria Masone presentazione del libro ''Punto e Basta'' di Andrea Veri Eventi

Andrea Veri, titolare di un’azienda che si occupa di comunicazione visiva e organizzazione di eventi, arriva a Benevento dalla sua Torino per presentare Punto e basta¸ un libro che - non avendo egli ambizioni da scrittore - è rimasto chiuso in un cassetto per vent’anni finché solo recentemente ha deciso di pubblicarlo per Europa Edizioni nella collana Edificare Universi.

Il suo è dunque un esordio nella narrativa un po’ fuori dal comune, perché Punto e basta era nato semplicemente come un racconto estemporaneo della vita di un gruppo di ragazzi degli anni Novanta alle prese con la quotidianità e i piccoli e grandi problemi di allora, ma non tanto diversi da quella di oggi: il sesso, la droga, il calcio, l’amicizia, i valori e l’interrogarsi su tante cose del presente e del futuro.

Un futuro che però, nel frattempo, è arrivato e quella sorta di diario, quella cronaca di vent’anni fa in 244 pagine, l’ha trasformata in storia, riproponendo così agli occhi dello stesso autore ormai adulto un personale e spensierato spaccato di vita giovanile ormai lontano eppure ancora attuale per i segni che ha lasciato, i quali hanno determinato scelte o hanno indotto a rinunce, ma sono stati comunque sempre generatori di riflessioni profonde.

Veri, grazie al tempo trascorso vede quindi con animo diverso, sereno e più distaccato quelle contingenze passate le quali - se in parte sono diventate delusioni e in parte sono rimaste certezze - restano tutte ancora fonti di speranze, perché in fondo il futuro della vita spesso arriva più rapidamente del previsto e, soprattutto, non ha mai fine, dal momento che «ogni giorno capita una piccola fine. E a volte uno ci riesce a passare sopra, altre volte sei preparato perché è evidente che sia l'unica soluzione. Altre volte ti arriva addosso e ti schiaccia, e allora non c'è rimedio se non con una lobotomia naturale...Io so che tutti abbiamo una nostra vita. E tutti siamo diversi».

Punto e basta è insomma un romanzo di vita e di strada, animato da un gruppo di ragazzi e ambientato nella Torino allora più selvaggia e meno città-salotto, ma dove c’erano, come oggi, idee, ambizioni e contesti metropolitani a fare da sfondo ad accadimenti che a ben guardare chiunque e dovunque può aver vissuto e potrà vivere.

Nella sua presentazione beneventana - venerdì 31 maggio alle 19,00 presso la libreria Masone Alisei - l’autore affiancato da Nunzio Castaldi racconterà proprio queste esperienze e riflessioni di un ragazzo diventato adulto, incoraggiando, comunque ad affrontare la vita con slancio e, perché no, con fiducia; «quando decidi se una cosa è buona o meno?» - si chiede infatti - «La verità è che non ci importa...Bisogna farla. Così è deciso...punto e basta».

ANDREA JELARDI