TORRECUSO - Concerto di canto beneventano organizzato dall'associazione ''Orbisophia'' Eventi

«Lá, del Taburno a l'ultima pendice,

tra infrante torri, appare un paesetto,

dai Longobardi eretto” (poeta A. Mellusi)

Dove, se non nel borgo longobardo intatto di Torrecuso, potrebbero riecheggiare le antiche preghiere nate per sostenere ed elevare lo spirito di questo popolo guerriero che ha dato tanto alla terra beneventana nei lontani secoli alla fine del primo millennio? Sono melodie del Canto Beneventano.

Il Canto Beneventano è uno dei più antichi esempi sopravvissuti della musica occidentale. E’ un canto liturgico monodico nella lingua latina, nato a Benevento nel monastero di Santa Sofia nel VII secolo, durante periodo longobardo, e usato nelle messe e le celebrazioni nel Sud d’Italia sino alla fine del primo millennio (Benevento, Montecassino, Bari e lungo le coste della Dalmazia). Il Canto beneventano preserva i più antichi esempi della notazione musicale neumatica propria in Italia e in Europa alla fine del decimo ed inizio del undicesimo secolo.

A seguito delle attività realizzate per il progetto “Vox Pacem Day 2019” nato per promuovere la conoscenza e divulgazione del Canto Beneventano, l’Associazione Culturale Internazionale APS “ORBISOPHIA” invita tutti al concerto di Canto beneventano intitolato “HODIE XPISTUS NATUS EST: una preghiera di mille anni” che si terrà il 5 gennaio 2020 ore 19.30 nella Chiesa della Santissima Annunziata in piazza Antonio Fusco,1 a Torrecuso (BN).

Il programma del concerto, elaborato dal prof. Matthew Peattie dell’Universita di Cincinnati (USA), contiene 12 brani tratti dalla liturgia beneventana del VII/VIII secolo e ricostruiti grazie alla notazione neumatica del XI secolo.

Saranno eseguiti antifone e canti che lodano la nascita del Salvatore, la gioia della fratellanza, l’evocazione al protettore del popolo longobardo San Michele e il canto per la Madre di Dio: Sanctus (messa di Natale), Ecce quam bonum (messa Santi 12 fratelli), Alleluia (messa di Natale), Dicite Pastores (comunione della messa di Natale), Venit angelus (messa Santi 12 fratelli), Hec est vera (messa Santi 12 fratelli), Celestis Militie (messa San Michele), Agnus (messa di Natale), Multos infirmos (messa San Michele), Doxa/Gloria, Sancta Maria (messa assunzione), Hodie Xpistus Natus est (messa di Natale).

I brani saranno eseguiti dai cantori partecipanti del progetto “Vox Pacem Day 2019”

Dina Camerlengo, Rosaria Ambrosino, Luigi Maida - Coro Frate Sole (San Giorgio del Sannio - BN);

Ninfa De Masi, Maria Maddalena Fava, Antonella Ricci, Lucia Tozzi - Coro Terrae Reginae Cantores (Reino - BN);

Innocenzo Iannitelli, Katia Raieta, Pietro Simeone, Melina Meola - Maria’s Gospel Choir (Benevento)

Partecipazione straordinaria ed esecuzione del brano solistico “Proskynumen” è di OSIFO SHARON (Nigeria).

L’evento promosso dal Comune di Torrecuso, la Nuova Pro loco di Torrecuso “Torricolus”, con patrocinio morale della Delegazione FAI di Benevento.

La Nuova Pro Loco “Torricolus” accoglierà gli ospiti nelle tre aree di parcheggi e li accompagnerà verso la Chiesa della Santissima Annunziata nella zona pedonale del borgo.

Per magiori informazioni:

orbisophia@gmail.com,

FB - orbisophia,

Cell. 3459069410