Calcio Serie B, è proprio un Benevento da record... Asfaltato l'Ascoli per 4-0. GUARDA LE FOTO In primo piano

Asfaltato letteralmente il “povero” Ascoli con un perentorio 4-0 che praticamente parla da solo, il Benevento ha concluso il girone di andata con un punteggio record, non facilmente da eguagliare: a quota 46, distaccando il Pordenone, secondo in classifica, di ben 12 punti ed il Crotone, terzo, di ben 15 punti.

Insomma, giallorossi meglio della Juventus degli anni d’oro, era quella dei Del Piero, Buffon, Trezeguet, Chiellini, Nevded e compagnia bella, che non era riuscita a fare meglio della fantastica “truppa” diretta da Pippo Inzaghi. E giustamente l’allenatore nel dopo gara ha voluto sottolineare proprio questo, orgoglioso di quanto di straordinario stanno facendo questi ragazzi.

Davvero numeri da record nella prima parte del torneo: 46 punti conquistati, con 14 gare vinte, 4 pareggiate ed una sola sconfitta (quella di Pescara che ancora oggi grida tremenda vendetta nel girone di ritorno, anche se si è subito capito che si si è trattato di una giornataccia subito perentoriamente cancellata), 10 gare giocate in casa con 9 vittorie ed un pareggio, 9 partite in trasferta, 5 vinte 3 pareggiate ed 1 persa, 34 in totale messe a segno e soltanto 9 subite. Insomma, numeri che fanno paura e che fanno gioire i tifosi, con il canto “La capolista se n’è andata”. Si è proprio così, a questo punto assolutamente sarà difficile raggiungere i giallorossi, anche se c’è ancora tutto il girone di ritorno da giocare e le insidie certamente non mancheranno, anche perché Maggio e compagni dovranno affrontare tutte le squadre più importanti in trasferta, Pordenone escluso.

Per ora, comunque è bene godersi l’attuale momento e rifiatare dato che per oltre venti giorni ci sarà una sospensione del torneo.

Però la “truppa” di Inzaghi non riposerà a lungo. Appena sette di giorni a casa, poi già il 7 gennaio appuntamento a Roma per un breve pre-ritiro prima di tornare a lavorare in città, in attesa di sfidare il Pisa al “Vigorito” nella notturna del 19 gennaio.

Intanto inizia il lavoro per il direttore sportivo Foggia per il “mercato” invernale che si aprirà a Milano il 2 gennaio. Come si muoverà il Benevento? Foggia ha fatto capire che resterà alla finestra, pronto ad intervenire. Quasi certamente dovrebbe arrivare un difensore di fascia, dove i soli Maggio, Letizia e Gyamfi sono certamente pochi, poi bisognerà vagliare bene le condizioni di Antei e Volta i due centrali difensivi. Preoccupa soprattutto Antei uscito malconcio dalla gara contro l’Ascoli ed il cui infortunio preoccupa davvero tanto, anche se bisognerà valutare bene la situazione. Nessun intervento per il centrocampo, mentre per l’attacco potrebbe arrivare la classica “ciliegina sulla torta” con nomi che circolano che già fanno sognare i tifosi. Questo anche perché Coda, ma soprattutto Armenteros sono in attesa di rinnovo.

Venendo alla gara contro l’Ascoli protagonista è stato certamente Marco Sau, finalmente rinato, che con una tripletta ha potuto portare a casa il pallone come regalo per il Capodanno. Poi la rete di Tuia dopo mezz’ora di gioco, al suo terzo sigillo stagionale.

Per il resto il solito Benevento cinico ed orgoglioso che ha lasciato all’undici di Zanetti soltanto una ventina di minuti, nel primo tempo, per impensierire la “Strega”. Per il resto monologo giallorosso, con la partita mai in dubbio, anche se al “Vigorito” si è visto un Ascoli sceso in campo per dare qualche pensiero alla “truppa” di Inzaghi. Ed alla vigilia l’allenatore dei bianconeri aveva dichiarato di avere la “medicina” giusta per superare il Benevento. La risposta gli è giunta dal terreno di gioco, con il 4-0 che ha riportato a casa.

Contro l’Ascoli mister Inzaghi ha operato un leggero turnover per far riposare qualcuno. Praticamente è restato partiti dalla panchina Maggio ed Hetemaj, facendo posto a Tello ed Antei. Per il resto Montipò in porta, Caldirola e Tuia centrali, Letizia ed Antei sulle fasce, centrocampo formato da Viola, Tello e Schiattarella, Kragl e Sau esterni e Coda al centro dell’attacco nel 4-4-2 iniziale. Poi nella ripresa sono entrati Hetemaj per Tello, Volta per Kragl e Maggio per l’infortunato Antei.

A questo punto i sette giorni di riposo, giusto ed opportuno, per tirare il fiato, prima del ritiro a Roma, il solito Hotel Mancini, il 7 gennaio. Ci sarà qualche volto nuovo? Staremo a vedere.

Intanto ecco la classifica finale del girone di andata:

Benevento 46

Pordenone 34

Crotone 31

Virtus Entella 29

Cittadella 29

Ascoli 27

Frosinone 27

Perugia 27

Pescara 26

Salernitana 26

Chievo Verona 26

Spezia 24

Pisa 24

Juve Stabia 24

Empoli 23

Venezia 22

Cremonese 21

Cosenza 20

Trapani 15

Livorno 12

Si riprende a metà gennaio, prima di ritorno, con questo programma:

Frosinone - Pordenone venerdì 17 ore 21.00

Cremonese - Venezia sabato 18 ore 15.00

Juve Stabia - Empoli sabato 18 ore 15.00

Livorno - Virtus Entella sabato 18 ore 15.00

Trapani - Ascoli sabato 18 ore 15.00

Chievo Verona - Perugia sabato 18 ore 18.00

Pescara - Salernitana domenica 19 ore 15.00

Spezia - Cittadella domenica 19 ore 15.00

Benevento - Pisa domenica 19 ore 21.00

Cosenza - Crotone lunedì 20 ore 21.00

Ci sarà una novità: nel girone di ritorno sarà sperimentato anche in Serie B il VAR partendo da una gara per volta.

GINO PESCITELLI

Foto di Arturo Russo per Realtà Sannita © 

Altre immagini