Commissariamento diga, Masiello (Coldiretti): ''Tempi certi e condivisione'' In primo piano

Ci auguriamo che l’intervento diretto del Governo sulla Diga di Campolattaro serva ad offrire tempi certi e partecipazione del territorio nella progettazione esecutiva e nella realizzazione delle opere di derivazione”. È il commento di Gennarino Masiello, presidente provinciale e regionale di Coldiretti, da sempre in prima linea per la valorizzazione del più grande invaso artificiale della Campania, dopo la diffusione della nota che annuncia il commissariamento dell’opera inserita tra i 10 interventi strategici di valenza nazionale del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Si apprende, infatti, che ieri le commissioni parlamentari riunite - infrastrutture, ambiente e trasporti - hanno approvato lo “Schema di Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri recante l’individuazione di ulteriori interventi infrastrutturali da realizzare ai sensi dell’articolo 4 del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55 e dei commissari straordinari individuati per ciascuna opera (Atto del Governo n. 262)”.

La Coldiretti - aggiunge Masiello - ribadisce, come ha già fatto alla Regione Campania, la totale disponibilità ad offrire un contributo di idee e di condivisione nella fase più importante, auspicando la soddisfazione delle tante aspettative che ruotano intorno a un’opera attesa da 40 anni. È una svolta storica. Oltre ovviamente ai vantaggi per i cittadini, che potranno contare su una nuova fonte di acqua potabile, le opere di derivazione e canalizzazione per uso irriguo consentiranno un cambiamento epocale per l’agricoltura della provincia di Benevento. La disponibilità di acqua permette una rivoluzione nelle colture, consentendo alle imprese agricole di puntare su produzioni ad alta redditività, oltre che facilitare gli interventi di soccorso in presenza di sbalzi termici dovuti ai cambiamenti climatici. Con il completamento delle opere, la diga di Campolattaro accompagnerà la crescita economica e sociale del Sannio”.