La visita di Mattarella a Benevento ed il destino politico di Mastella In primo piano

La presenza di Mastella a Roma. Al Quirinale, per la presentazione sulle città di medie dimensioni, elaborato dall’Associazione “Mecenate 90” ha contribuito a definire il programma per la venuta a Benevento, martedì 28 gennaio, del presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il capo dello Stato non userà l’auto blu per percorrere la pericolosissima “Telesina”, ma giungerà nel capoluogo in treno con “Frecciargento” 8303, in partenza da Roma Termini alle 8.05 ed arrivo a Benevento alle 9.49 sul binario 3.

Ad accoglierlo il prefetto Cappetta, il “governatore” De Luca, il sindaco Mastella, il presidente della Provincia Di Maria ed altre autorità civili e militari.

Subito dopo la visita al Museo del Sannio ed alla chiesa di Santa Sofia, quindi il passaggio all’Auditorium Sant’Agostino dove alle 11.00 ci sarà l’inaugurazione dell’Anno Accademico dell’Università del Sannio. Al tavolo anche il rettore Gerardo Canfora il neo ministro pet l’Università e la Ricerca Scientifica Gaetano Manfredi, De Luca e Mastella. Naturalmente saranno presenti le “fasce tricolori” dell’intero Sannio.

Dall’Auditorium Sant’Agostino, al termine della cerimonia - nel corso della quale naturalmente Mattarella prenderà la parola, ma tutti gli altri interventi saranno brevi - la visita all’Arco Traiano, poi alle 13.00 la ripartenza dalla Stazione Centrale con destinazione Napoli.

Tornando all’appuntamento che si è svolto al Quirinale organizzato dall’Associazione “ Mecenate 90”, per il “Primo rapporto sulle città di media dimensione”, si è discusso soprattutto sui modelli di governance, di welfare locale, del tessuto sociale e culturale, e le dieci città prescelte, oltre Benevento, erano Ascoli Piceno, Cosenza, Foligno, Lecce, Parma, Pordenone, Ragusa, Rieti, Varese. Insomma, Benevento l’unica città campana, e ciò è stato bene sottolineato da Mastella

Intanto la visita di Mattarella a Benevento potrebbe avere anche degli sviluppi sul futuro politico della città. I continui dissidi ed addii all’interno della maggioranza di Palazzo Mosti, oramai ridotta ai minimi termini, ha esasperato troppo Mastella, il quale a chiare lettere ha fatto capire a tutti che dopo la visita di Mattarella, da lui fortemente voluta, deciderà cosa fare in questo difficile momento.

Scrive il primo cittadino sulla sua pagina facebook: “Vedo nella mia maggioranza, quasi ex, anche se molti dichiarano fiducia nella mia persona, cose che non mi convincono. Io ho chiesto di fare il sindaco per la gente, per risolvere qualche problema alla città. Tanti sono stati risolti, altri avviati a soluzione. Qualcuno non ricorda che mi sono dimesso da Ministro per la mia dignità. A questa non rinuncio. Dopo la visita del Presidente Mattarella, che su mio invito e della Università, verrà a Benevento, prenderò le mie decisioni”.