Mastella sfida quanti lo ricattano politicamente: ''I lillipuziani non mi impressionano'' In primo piano

Il tradizionale incontro del sindaco con i giornalisti è sempre servito per un confronto tra Amministrazione della città e mondo della comunicazione sui problemi di Benevento.

Questa volta la scena è stata letteralmente rubata dal sindaco che ha sorpreso tutti lanciando pesanti dardi a diritta e a manca, ovvero agli avversari politici interni ed esterni usando termini pesanti al limite dell’offesa grave.

Io sono la storia - ha detto con forza - sono uno che ha parlato con Moro e De Mita che volete che possano impressionarmi questi “lillipuziani” del cosiddetto Centro-Destra che mi ricattano continuamente”.

Se hanno il coraggio e la possibilità - ha poi ribadito - raccolgano le firme necessarie, cioè 19, e mi sfiducino”.

Ma vediamo come si è espresso Mastella rispetto alla questione Telese-Caianello. “I 5 Stelle non hanno fatto nulla di nulla; l’on. Del Basso De Caro che pure si è mosso, sa bene che la Telese-Caianello non arriverà a Caianello perché i finanziamenti non ci sono, arriverà solo fino a San Salvatore Telesino”.

Per quanto riguarda la crisi del commercio e la desertificazione del Centro Storico, Mastella si è così espresso: “È tutta colpa dell’e-commerce per il quale 70.00 aziende chiudono ogni anno in Italia. Noi - ha poi precisato - abbiamo creato tantissimi eventi e se non sono serviti… non possiamo farci nulla!”.

Nel corso della conferenza si è parlato anche di altre tematiche riguardanti strettamente la città, ma francamente ci è sembrato che siamo di fronte ad una assoluta mancanza di idee nuove per affrontare il degrado molto diffuso in varie zone di Benevento e la questione turismo - sempre tanto invocata - è terribilmente ferma o quasi.

Molta più passione abbiamo notato in Mastella quando si è parlato degli scenari di candidature regionali; della Turchia che arriva in Libia; della sciagurata riduzione della rappresentanza parlamentare che penalizzerà soprattutto il Sannio.

Vale la pena ricordare che nel suo esordio Mastella aveva fatto riferimento al suo stato di salute assicurando tutti che ora sta bene ed ha ringraziato quanti gli hanno dimostrato la loro vicinanza.

Non ringrazio invece - ha chiosato - le opposizioni che durante la mia assenza forzata dal Consiglio hanno votato contro provvedimenti per la città”. Ed ha aggiunto “Io non mi sarei comportato mai così”. 

Altre immagini