Tasse, Coldiretti Benevento: Colle Sannita taglia la Tari per gli agriturismi In primo piano

Il Consiglio comunale di Colle Sannita ha deliberato un importante intervento fiscale a sostegno dell’agriturismo in piena crisi da Covid-19. Lo rende noto la federazione provinciale di Coldiretti Benevento, nel ringraziare il sindaco Michele Iapozzuto, la giunta e i consiglieri comunali per aver voluto accogliere la proposta della principale organizzazione agricola. Le importanti novità introdotte a Colle Sannita sono due e riguardano la “Tari”, la tassa rifiuti. La prima riguarda il riconoscimento di due nuove categorie nelle tabelle, come utenze non domestiche: gli agriturismi e i bed & breakfast. La seconda è l’approvazione di uno sconto del 25%, in considerazione della chiusura forzata a causa del coronavirus.

Questo provvedimento - commenta Gennarino Masiello, presidente di Coldiretti Benevento e vicepresidente nazionale - dimostra che si può intervenire sulle tabelle della tassa rifiuti, smentendo chi afferma il contrario. Il Comune di Colle Sannita ha ben compreso che questo intervento riconosce la peculiarità dell’agriturismo in quanto attività connessa all’azienda agricola, che è ben diversa dalla ristorazione tradizionale. Sostenere la multifunzionalità agricola significa sostenere la biodiversità del territorio, il turismo di qualità, il presidio umano e ambientale, la lotta allo spopolamento. L’invito di Coldiretti, pertanto, si estende a tutte le amministrazioni comunali affinché seguano l’esempio di Colle Sannita”.

Oltre al giusto plauso al sindaco e ai consiglieri - aggiunge Gerardo Dell’Orto, direttore di Coldiretti Benevento - mi corre l’obbligo di ringraziare la struttura territoriale della nostra organizzazione, che ha saputo intessere un dialogo fruttuoso e condiviso con il Comune di Colle Sannita. Il ringraziamento va a Maria Antonietta Moffa, responsabile provinciale di Coldiretti Donne Impresa, nonché imprenditrice agrituristica, ad Antonio Tatavitto, segretario di zona dell’area e al nostro responsabile fiscale Lello Romano. I nostri dirigenti e i nostri tecnici sono a disposizione di tutti i Comuni che vogliano seguire questo esempio virtuoso”.

Dopo la sentenza del Consiglio di Stato dello scorso febbraio - conclude Coldiretti Benevento - anche l’ANCI, attraverso la propria fondazione IFEL, ha riconosciuto la necessità di rivedere l’applicazione della tariffa dei rifiuti urbani per gli agriturismi. Nella nota di approfondimento dell’Istituto che si occupa di assistere i Comuni in materia di finanza ed economia locale, IFEL consiglia ai Comuni di tenere conto della specificità dell’attività agrituristica, che ha come obiettivo primario quello di recupero del patrimonio edilizio rurale e di valutare la stagionalità dell’attività e la minor capacità ricettiva rispetto agli alberghi, legata al numero dei pasti e dei posti letto offerti.