Vaccaro (UniSannio): ''In un mondo che cambia continuamente vince chi sa adattarsi meglio'' In primo piano

Transizione ecologica, decarbonizzazione ed economia circolare: le nuove sfide dell’ingegneria energetica”. L’appuntamento è per venerdì 14 maggio, alle ore 9, presso l’Aula Ciardiello di Via delle Puglie: una giornata di studio in presenza e live sul canale YouTube di UniSannio, per celebrare i 20 anni dalla nascita a Benevento del Corso di Ingegneria energetica.

Nel corso dei lavori, è anche previsto l’insediamento dell’advisory board del corso di studi, che “servirà a garantire il monitoraggio dell’offerta formativa in un’ottica di costante aggiornamento e confronto con le parti sociali territoriali, nazionali ed internazionale. Un modo per mantenere il percorso formativo al passo con i tempi e con le esigenze del mercato del lavoro”.

Entreranno a far parte di questo nuovo organismo referenti di realtà industriali ed istituzionali italiane, membri di Confindustria, Ordine degli Ingegneri, rappresentanti di aziende locali ed una folta rappresentanza di ex studenti dell’Università del Sannio che hanno assunto rilevanti posizioni di leadership in enti ed aziende che operano nel settore dell'energia.

Gli approfondimenti dei diversi relatori riguarderanno “l’evoluzione delle tecnologie e dei modelli culturali ed economici che permettono, ai sistemi e alle reti energetiche, di trovare un nuovo equilibrio ambientale e sociale, coerente col limite delle risorse e con le richieste che le nuove generazioni esprimono verso un’innovativa idea di sviluppo sostenibile”. L’economia dell’idrogeno, le comunità energetiche, le reti intelligenti, l’edilizia sostenibile, l’economia circolare, sono le tematiche rilevanti alla base del processo di transizione energetica che saranno trattate da relatori provenienti dalle principali aziende ed enti di ricerca operanti nel settore dell’energia e dello sviluppo sostenibile. A concludere i lavori sarà il prof. Pietro Salatino, della Federico II di Napoli, presidente di MedITech, il Centro di Competenza che traguarda l’impiego delle Tecnologie Abilitanti di Industria 4.0 verso la diffusione di pratiche d’innovazione nella produzione di beni e servizi.

Tra gli ideatori dell’evento, il prof. Alfredo Vaccaro, presidente Corso di studi in Ingegneria energetica: «La parola chiave è ‘innovare’. Dobbiamo imparare a trovare rapidamente la migliore soluzione. Oggi è possibile grazie alle nuove tecnologie, che rappresentano una grande opportunità soprattutto per imprenditori lungimiranti. Io una cosa dico sempre ai miei studenti: nella vita non vincono i più intelligenti, ma vincono i più adattativi - ce lo insegna anche la Natura. Non vincono i più forti, vincono quelli che sanno adattarsi meglio alle esigenze di un mondo che cambia continuamente».

GIUSEPPE CHIUSOLO