Aggiornamento graduatorie ATA, Lonardo chiede una proroga al ministro dell'Istruzione Politica

Ho presentato, in Senato, una interrogazione parlamentare al ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, per sapere se non ritenga di dover prorogare i termini della procedura per l’aggiornamento delle graduatorie ATA del triennio scolastico 2021-2024, avviando l’aggiornamento non prima di fine giugno 2021, e prevedendo nel prossimo bando anche la clausola di inserimento con riserva dei titoli in fase di conseguimento.

Le indiscrezioni che girano in rete, circa l’imminente data di pubblicazione, a fine marzo 2021, del bando, hanno generato non poche perplessità ed hanno spinto scuole paritarie, enti di formazione, associazioni e sigle rappresentative di oltre 600 agenzie formative ad avanzare tale richiesta di proroga.

Allo stato attuale, infatti, l’aumento delle zone rosse ed i divieti di spostamento, stanno procurando agli allievi enormi difficoltà nel completamento delle attività formative, con conseguente impossibilità per molti di maturare punteggio per tempo di servizio, non potendo terminare l’anno scolastico. Inoltre, persiste una oggettiva difficoltà per tutti coloro che, per incrementare il punteggio nelle graduatorie di terza fascia, hanno investito in percorsi di formazione, che, tuttavia, sono ancora in piena fase di svolgimento, con il rischio, pertanto, di vedere disatteso il proprio obiettivo e con conseguente danno economico, in un periodo già fortemente segnato dall’emergenza anche sotto tale profilo.

In ragione di inevitabili implicazioni e ritardi, provocati in tutte le attività formative, a causa del permanere dello stato di emergenza da COVID-19, ritengo fondamentale una proroga, anche per evitare il rischio obiettivo di travolgere economicamente le tante agenzie formative che stanno fornendo un servizio fondamentale per tanti allievi affinché completino i corsi necessari ad ottenere il punteggio da usare per l'aggiornamento delle graduatorie”. Lo dichiara la senatrice del Gruppo Misto, Sandra Lonardo.