I Moderati: ''Si risolvano le problematiche di via Sturzo con soluzioni semplici volte al bene dei cittadini'' Politica

L’amministrazione in carica al comune di Benevento ha dato il via ad alcune opere di urbanizzazione delle contrade in prossimità della campagna elettorale.

Tra queste vi è la realizzazione di un marciapiede lungo via Luigi Sturzo, ex via S. Colomba, che dallo stadio arriverà alla Parrocchia della Madonna Immacolata Concezione e San Giovanni Battista.

Una delle protagoniste che, in tempi non sospetti, promosse l’esecuzione di quest’opera è stata la scrivente - commenta la consigliera Angela Russo, unitamente ai consiglieri Antonio Puzio e Mimmo Franzese - che, grazie alla collaborazione dell’assessore Pasquariello, è stata portata avanti fino al successivo inizio dei lavori.

Il suddetto inizio dei lavori ha purtroppo subito uno stop nel corso del tempo e solo recentemente è stato ripreso. Forse perché siamo nel pieno della campagna elettorale?

Come per tutte le opere pubbliche, anche il progetto posto in essere per questo lavoro presenta molte lacune.
Si chiede a riguardo la Russo se sia stato previsto un adeguato sbocco della portata delle acque in caso di forti precipitazioni o se, invece, si verificheranno ancora fenomeni di allagamento, purtroppo noti a tutti i cittadini beneventani.

Altro dubbio riguarda gli spazi per la sosta degli autoveicoli in prossimità di agglomerati abitativi: i residenti in zona non hanno, allo stato attuale, spazi privati per la sosta dei loro autoveicoli. Forse si è pensato che gli stessi sosteranno nella zona antistadio e torneranno a casa a piedi, essendo stata anche eliminata la fermata degli autobus urbani?

La scrivente si fa portavoce di tali problematiche, chiedendosi se il comitato di quartiere le abbia fatte presenti - pungolando anche l’amministrazione sulla questione Open Fiber da portare anche in quella zona - o se invece abbia pensato soltanto ad accettare incarichi in commissioni e/o proporre un candidato.

Il “bene della collettività” e il “dialogo” passa anche attraverso momenti di tensione, proponendo soluzioni che possano essere beneficio a molti e non privilegio di pochi”.

La Russo sottolinea il suo costante impegno per gli altri e, anche in questa occasione, da semplice cittadina propone soluzioni semplici atte a risolvere una problematica comune e certamente non ad andare incontro ad interessi puramente personali.

“Con piccoli accorgimenti i problemi esposti, infatti, sono facilmente aggirabili, prevedendo una piccola variazione del progetto e una spesa rientrante negli “imprevisti”.

Si potrebbe, ad esempio, pavimentare l’area prospiciente la proprietà De Blasio, che è già di fatto area comunale in quanto rientrante nelle aree da cedere al Comune di Benevento per la Concessione Edilizia rilasciata a suo tempo per la realizzazione delle villette.

Stessa cosa dicesi per un’area già di fatto impiegata a parcheggio posta di fronte alla prima traversa di via Luigi Sturzo.

Nel contempo si potrebbe finalmente risolvere il contenzioso con un privato che di fatto impedisce la metanizzazione di alcune villette nelle vicinanze del Ristorante Retrò.

Piccole cose che servono veramente ai cittadini di Benevento e delle sue contrade per la quotidianità. Ci preoccuperemo - conclude la Russo unitamente a Puzio e Franzese - di queste problematiche nella nuova legislatura”.