Rincaro dei materiali non più sostenibili dalle imprese, Errico: ''Il Governo intervenga'' Politica

Mi unisco al grido di allarme lanciato dall’ANCE per il rincaro dei materiali che davvero non è più sostenibile per le imprese”. Fernando Errico, delegato del presidente della Regione Campania della Napoli-Bari per la tratta sannita, condivide l’allarme lanciato qualche giorno fa dall’Ance sugli aumenti del 130% dell'acciaio, del 40% dei polietileni, del 17% del rame e del 34% del petrolio.

Mi auguro - sottolinea ancora Errico - che i ministri competenti predispongano un intervento normativo per riconoscere alle imprese l’incremento dei prezzi poiché il Codice degli Appalti, del quale credo serva una modifica o addirittura una sospensione, non prevede meccanismi di revisione dei prezzi.

Poi - aggiunge il delegato del presidente - diverse volte tra la firma del contratto e l’avvio dei lavori passa del tempo durante il quale le cose cambiano, com’è successo appunto oggi sul costo di questi materiali.

Tutto il Governo deve intervenire perché con questi rincari eccezionali - conclude Fernando Errico - ci potrà essere un rallentamento degli interventi già in corso e un rischio per quelli previsti dal Recovery Plan, con gravi ripercussioni economiche e sociali. Non c’è tempo da perdere”.