Gesesa: ecco Consiglio di Amministrazione, opere strategiche di fornitura idrica nelle contrade e dati analisi acque Società

Si è svolta oggi presso la sede di Gesesa l’assemblea dei soci che aveva all’ordine del giorno il rinnovo dei componenti del Consiglio di Amministrazione. In rappresentanza della parte pubblica è intervenuto il sindaco di Benevento Clemente Mastella che ha confermato la terna dei componenti designati per lo scorso triennio.

Presiederà l’organismo Luigi Abbate e, ancora su indicazione della parte pubblica, nel CdA siederanno Alessandra Itro ed Antonio Orafo. Insieme alla conferma per l’amministratore delegato Vittorio Cuciniello, il socio privato dell’azienda ha poi indicato quali membri dell’organismo: Giovanni Marati, Federica Marinetti e Patrizia Vasta.

Al termine della riunione spazio per un approfondimento dedicato ad opere strategiche di fornitura idrica nelle contrade Nord di Benevento. Le opere saranno realizzate da Gesesa e Comune di Benevento nei prossimi mesi, ed in particolare è stato individuato il percorso amministrativo che già la settimana prossima consentirà l’approvazione in Giunta comunale del relativo progetto.

Si tratta di interventi per circa 200mila euro, cofinanziati al 50% dal Comune Capoluogo e dall’azienda, e che serviranno le contrade San Domenico, Ciofani, Camerelle.

Si tratta della prima parte degli interventi dedicati alle contrade - ha spiegato il sindaco di Benevento - secondo un modello particolarmente efficace, visto che all’ente pubblico sarà riservata la realizzazione delle opere civili e alla Gesesa la realizzazione delle opere idraulica. Partiamo da queste tre contrade perché gli studi confermano le ricadute migliori per i residenti a fronte degli investimenti possibili, ma proseguiremo su questa falsariga anche nei prossimi mesi per altre porzioni di territorio comunale”.

Prima del termine della riunione, grande attenzione all’analisi dei dati sulle portate idriche e sulla qualità delle risorse fornite: dati che hanno confermato l’assoluta qualità dell’acqua erogata, certificata da tutti gli enti preposti sia nella sua potabilità che nella qualità complessiva, spesso di gran lunga migliore di quella imbottigliata e venduta sul libero mercato.