Gesesa, parte la campagna sul risparmio idrico ''Estate 2019''. Ecco le 7 regole da seguire Società

L’acqua è una risorsa preziosa, da utilizzare in maniera intelligente. Con piccole attenzioni, si possono ridurre notevolmente i consumi: chiudere il rubinetto quando ci laviamo i denti fa risparmiare 23 litri di acqua ogni volta. Prendere questa buona abitudine ci aiuta ad essere cittadini consapevoli e rispettosi di una risorsa tanto importante per la vita dell’uomo.

Prendiamoci Cura della Nostra Acqua, Non Sprechiamola!’.

Il perché d’estate? Perché come tutti sappiamo è il periodo dell’anno in cui piove poco e la risorsa acqua tende a diminuire.

Anche quest’anno Gesesa ha voluto diffondere un piccolo vademecum con 7 regole da seguire, partendo dalle azioni quotidiane, come ad esempio, preferire la doccia al bagno in vasca e altre indicazioni importanti.

Questa campagna rientra nel progetto di Gesesa per l’ambiente.

Come azienda - spiegano dal quartier generale di Pezzapiana - siamo attenti al territorio e allo sviluppo sostenibile, tanto che questa campagna continuerà nelle scuole primarie e secondarie di primo grado anche per l’anno scolastico 2019-2020”.

Quest’anno come immagine claim della campagna sono stati scelti i disegni degli alunni dell’Istituto comprensivo statale L. Vanvitelli di Airola-Arpaia-Paolisi, che hanno partecipato al concorso “H2School, L’importanza dell’Acqua per la vita” anno scolastico 2018-2019.

LE 7 REGOLE

1) Riparare rubinetti o water che perdono

Possono arrivare a sprecare anche 100 litri al giorno

2) Avvitare un “frangigetto” al rubinetto

Il frangigetto è un miscelatore acqua/aria che consente un risparmio di 6-8 mila litri all’anno

3) Quando ci si lava i denti o ci si rade, evitare di tenere aperto il rubinetto

Risparmio di 5 mila litri l’anno

4) Preferire la doccia al bagno in vasca

In doccia il consumo è di 40-60 litri di acqua, per una vasca è di due o tre volte superiore

5) Elettrodomestici: metterli in funzione solo a pieno carico

Si risparmia energia elettrica e 8-11 mila litri d’acqua all’anno

6) L’acqua della pasta o del riso è ottima per innaffiare le piante

Risparmio di 1.400-1.800 litri all’anno

7) Scegliere uno scarico WC con pulsanti a quantità differenziate o direttamente una manopola di apertura e chiusura

Risparmio ottenibile di 10-30 mila litri all’anno