Grazie ai suoi disegni sfonda nel web Società

Nel mondo digitale dove le notizie e gli eventi corrono alla velocità di un click, nascono quotidianamente fenomeni virali e quando un nostro concittadino diventa la star del web del momento, non possiamo che puntare anche i nostri riflettori per capire la portata e i meccanismi di questo fenomeno tipico della nostra era informatica.

Ne parliamo con Rinaldo, Rino, Russo graphic designer freelance che a trent’anni è stato catapultato, quasi senza volerlo, sull’immenso palcoscenico di internet dove migliaia di utenti hanno potuto ammirare i suoi disegni ispirati ai personaggi dei Simpson, una delle serie di cartoni animati più famose, politicamente scorrette e longeve della televisione mondiale.

Ciao Rino, come è nata la tua passione per i Simpson?

É iniziata da quando per la prima volta sono comparsi in Italia, trasmessi da Mediaset, e li vedevo tutti i giorni, ogni volta che potevo. Rappresentano per me la tipologia della classica famiglia strampalata dove accadono sempre cose al limite del reale ma, nonostante ciò, ognuno di noi può trovare somiglianze con qualcuno del proprio nucleo familiare nei personaggi o in qualche evento narrato nelle infinite puntate.

Perché hai deciso di trasformare in personaggi Simpson i VIP?

É nato tutto casualmente: mentre vedevo una puntata della serie Gomorra, nello stacco pubblicitario ho cambiato canale per ritrovarmi sulla rete Fox che proprio in quel momento trasmetteva il mio cartone preferito. Da li mi è venuta l’idea di trasformare Salvatore Esposito (uno dei protagonisti della serie Gomorra) in un personaggio dei Simpson. Condividendo il disegno sui miei social network è nato questo “gioco” che mi sta regalando tantissime esperienze positive.

Come li realizzi?

I disegni sono tutti creati al computer partendo da una serie di bozze fino a che non trovo la perfetta somiglianza tra il personaggio scelto e il disegno da realizzare

C’è un ricordo particolare legato a questi tuoi disegni?

Un ricordo particolarmente divertente e quello del duo comico Pio e Amedeo che fino ad oggi sono stati i più simpatici che ho incontrato, i quali hanno apprezzato davvero tanto la loro caricatura scherzosa e altrettanto entusiasmante è per me il ricordo del calciatore brasiliano Neymar.

Molti personaggi famosi ri-condividono sui social le tue realizzazioni: quale di questi post pubblicati ti ha gratificato di più e perché?

Quello che mi ha gratificato di più è stato sicuramente il disegno realizzato per l’attore Tom Holland, colui che dal 2016 interpreta il ruolo di Spiderman nei fortunatissimi film della serie cinematografica. Infatti dopo aver pubblicato la mia creazione sulla propria pagina, il post è stato ri-condiviso anche dai fratelli Anthony e Joe Russo, i registi della fortunatissima saga dei supereroi Avengers della Marvel, ed è da li che le mie creazioni sono diventate un fenomeno virale con centinaia di condivisioni su tutte le piattaforme virtuali possibili. Non a caso il mio sogno di appassionato della materia, sarebbe proprio quello di lavorare per la casa editrice Marvel per realizzare tali fumetti.

Qualcuno della produzione ti ha mai contattato?

Devo ammettere che uno dei registi dei Simpson mi ha contattato per propormi addirittura la realizzazione di un altro progetto e che tutti gli altri della produzione si sono sempre complimentati con me per i miei disegni e lo stile così simile a quello di Matt Groening (il padre della serie televisiva).

Progetti per il futuro?

Per il momento sono in attesa della nascita di mio figlio, ma da qui a dieci anni mi vedo sicuramente immerso nei miei numerosi progetti lavorativi più che in questi disegni che comunque io considero più una passione; una passione bellissima ma pur sempre un hobby.

ANTONINO IORIO