Il Covid-19 non ferma i progressi in Cardiologia al Fatebenefratelli di Benevento Società

Venerdì 16 aprile si terrà un interessante convegno in modalità webinar dal titolo “Denervazione renale nella terapia dell’ipertensione arteriosa resistente: attualità e prospettive”.

Il simposio, organizzato dall’U.O.C di Cardiologia dell’Ospedale Sacro Cuore di Gesù Fatebenefratelli di Benevento diretto dal prof. Bruno Villari, si avvarrà della partecipazione di numerosi cardiologi provenienti da strutture universitarie e ospedaliere della Regione Campania e non solo.

L’ipertensione arteriosa è una patologia che colpisce in Italia oltre il 30% della popolazione adulta e rappresenta uno dei principali fattori di rischio cardiovascolare.

Sebbene esista un’ampia e variegata disponibilità di farmaci anti-ipertensivi, in una percentuale non trascurabile di pazienti non si riesce a raggiungere un ottimale controllo pressorio.

Per questa tipologia di pazienti da alcuni anni è disponibile al Fatebenefratelli, una nuova strategia terapeutica, la denervazione percutanea delle arterie renali; come informano i dottori Eugenio Laurenzano e Bruno Petruzziello, il paziente trattato, entro pochi mesi dall’intervento, riesce ad ottenere un migliore controllo della pressione arteriosa, col vantaggio di ridurre il numero di farmaci assunti e/o il dosaggio degli stessi.

Questo significa ridurre innanzitutto gli effetti collaterali legati alla poli-farmacoterapia ad alte dosi, ma soprattutto abbassare notevolmente il rischio cardiovascolare.

Nonostante ciò, la denervazione percutanea delle arterie renali resta ancora oggi uno strumento troppo poco utilizzato nella pratica clinica.

L’obiettivo che questo corso si pone è quello di implementarne ed ottimizzarne l’utilizzo così da permettere ad un numero sempre crescente di pazienti, anche della nostra provincia, di avere un migliore controllo della pressione arteriosa ed una semplificazione della vita con la riduzione della terapia.