Ingegneria energetica, motore della transizione ecologica Società

Al via i seminari promossi dal Dipartimento d’Ingegneria energetica per conoscere i progetti innovativi che aziende del settore stanno intraprendendo per la transizione ecologica. Una formula innovativa, che avvicina le aziende all’Università ed offre ai laureandi l’esatta visione di ciò che li aspetta conseguita la laurea: “Con questi incontri diamo loro la possibilità di orientarsi verso le tematiche più rilevanti e, al contempo, dà ai docenti del Corso di laurea - spiega il prof. Alfredo Vaccaro - la possibilità di tarare in maniera più precisa e chirurgica i programmi dinsegnamento. Nostro obiettivo è interpretare le vere esigenze delle imprese, attraverso progetti comuni ma soprattutto attraverso l'interazione umana e professionale tra docente e imprenditore”.

A coordinare il primo incontro sul tema “Accogliere la trasformazione ecologica: le abilità per affrontare la sfida” è stato il prof. Maurizio Sasso: Ci fa piacere sottolineare che la gran parte delle persone che relazioneranno, tecnici specializzati in aziende di primissimo livello, si sono laureati con noi: è un po’ un ritorno a casa. Ci diranno come le loro aziende interpretano la transizione ecologica e quali sono le opportunità occupazionali o di collaborazione legate ai tirocini presso le aziende che rappresentano.

A inizio dei lavori non ha fatto mancare il suo saluto il direttore del Dipartimento, prof. Nicola Fontana: “La qualità del nostro prodotto formativo siete voi studenti. La preparazione che offriamo nel nostro Dipartimento non ha nulla da invidiare a quella degli Atenei più blasonati. Chi si laurea in Ingegneria energetica presso la nostra Università ha una facilità d’ingresso nel mondo del lavoro che è la stessa di un laureato al Politecnico di Torino, nonostante le nostre maggiori difficoltà per l'assenza di aziende rispetto al nord-ovest.

Ecco le aziende che si alterneranno nel corso dei sette incontri in programma su diverse tematiche: Siram-Veolia, le figure professionali emergenti nel contesto della trasformazione ecologica; Mitracos Engineering, le opportunità di sfruttamento dell'energia geotermica a bassa entalpia nel Sannio; Fortore Energia, le nuove sfide aziendali in materia di green economy; Capgemini, il ruolo dell’intelligenza artificiale nel settore energetico e sulle relative opportunità professionali in materia di trasformazione digitale e di business; RSE-Ricerca sul Sistema Energetico, l’evoluzione del sistema energetico nazionale in un’ottica di efficienza sostenibilità e resilienza; Terna, le tecnologie abilitanti per la gestione dei moderni sistemi elettrici per l’energia; GSE-Gestore dei Servizi Energetici, le tematiche rilevanti ed i profili professionali emergenti in materia di promozione e sviluppo delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica.

GIUSEPPE CHIUSOLO 

Altre immagini