Calcio Serie A, Benevento - Crotone: è veramente l'ultima spiaggia Sport

Per il Benevento questo pomeriggio, con inizio alle ore 15.00, è veramente l’ultima spiaggia per tentare una problematica e quasi impossibile permanenza nella massima serie.

A due giornate dal termine del torneo, resta soltanto da decidere chi dovrà fare compagnia al Crotone ed al Parma oramai già da tempo condannati alla retrocessione, e la lotta per decidere la terza squadra è tra Benevento, Spezia e Torino.

Indubbiamente, la situazione più pesante è quella del Benevento, a quota 31 in classifica, mentre Torino e Spezia sono a quota 35. Ma c’è anche da considerare che il Torino deve recuperare una gara con la Lazio.

Oggi sarà la giornata veramente decisiva, dal momento che Spezia e Torino se la vedranno tra di loro per ottenere la salvezza, mentre il Benevento dovrà affrontare al “Vigorito” il Crotone. Entrambe le gare alle ore 15.00 in contemporanea, quindi impossibile fare calcoli. Poi, nell’ultima giornata il Benevento dovrà recarsi a Torino, in orario ancora da definire.

Si capisce chiaramente che soltanto se il Benevento riuscirà a conquistare 6 punti nelle ultime due gare, mentre Torino e Spezia avranno un calo clamoroso, la corsa salvezza potrebbe riaprirsi per i giallorossi di Inzaghi.

Fare calcoli è veramente impossibile ma, indubbiamente, la situazione più delicata è quella dei giallorossi.

E’ possibile credere ancora nella salvezza? Alla vigilia delle ultime due gare, forte l’appello del presidente Vigorito: “Benevento, continua a crederci”.

Da vedere se questa volta Viola e compagni sapranno accogliere la richiesta.

Intanto ancora strascichi sulla gara Benevento - Cagliari, con il rigore prima concesso dall’arbitro Irati e poi annullato dal VAR. Strascichi anche giudiziari, dal momento che Mazzoleni ha querelato il sindaco Mastella per le sue parole in seguito al rigore non tirato. E c’è da ricordare che Mazzoleni dovrà anche rispondere in sede politica dopo l’interrogazione della senatrice Lonardo su possibili interessi tra il fratello di Mazzoleni e dirigenti o ex-dirigenti della società sarda.

Quale Benevento oggi contro il fanalino di coda Crotone?

Impossibile fare previsioni anche perché solo alla fine l’allenatore Inzaghi scioglierà le sue riserve. E’ certo, comunque, che il tecnico punterà sempre sul 4-3-2-1 con Lapadula unica punta che potrebbe essere affiancato sulla trequarti da Insigne e Caprari. Per quanto riguarda il centrocampo, Schiattarella è pronto a riprendersi il suo posto, dopo aver scontato il turno di squalifica e potrebbe essere affiancato da Hetemay e Ionita. Per quanto riguarda la difesa, avanti a Montipò pronto a rientrare Letizia, mentre Depaoli dovrebbe partire dalla panchina. Ancora indisponibili Foulon, Iacopalque, Moncini e Sau, per i quali il campionato può dirsi concluso. Con Caldirola squalificato, dovrebbe essere Tuia a fare compagnia a Glik al centro della difesa, mentre Barba potrebbe essere schierato sulla sinistra.

A dirigere la gara è stato scelto Piero Giacomelli di Trieste che si avvarrà della collaborazione di Stefano Liberti di Pisa ed Alessandro Lo Cicero di Brescia. A bordo campo, come quarto uomo, Francesco Fourneau di Roma, al VAR Marco Di Bello di Brindisi e Pasquale De Meo di Foggia. Per Giacomelli la diciassettesima direzione stagionale in A con un bilancio di 64 gialli ed 11 rigori concessi. Due i precedenti con i giallorossi, con K.O. interno con la Fiorentina per 1-4 e di 2-2 con il Torino. Con lui in campo, invece, il Crotone ha già perso 0-3 con il Genoa. A questo punto, non resta che sperare nel miracolo che, comunque, nel calcio è difficile.

GINO PESCITELLI