Calcio Serie A: il Benevento cede al Milan. La retrocessione è dietro l'angolo Sport

E’ quasi il caso di dire che per i giallorossi…la musica non cambia.

Anche al “Meazza” contro il Milan la solita sconfitta, questa volta per 2-0, con la tradizionale rete subita nei primi minuti, quasi una costante, poi il raddoppio dei rossoneri al 60’. Nel frattempo tanti miracoli di Montipò che ha evitato a Viola e compagni una vera e propria debacle.

Insomma Milan padrone del campo dall’inizio alla fine, e Benevento quasi…bella statuina mai in partita, con il portiere di casa impegnato in pochissime occasioni.

La solita gara dei giallorossi, ed anche il silenzio stampa imposto dopo la disfatta contro l’Udinese è servito a poco. Come volevasi dimostrare! Alla fine della gara contro i rossoneri di Pioli improvvisamente Inzaghi ha ritrovato la voce, affermando che a quattro giornate dal termine e con quattro gare ancora da disputare la salvezza è ancora possibile. Insomma, forse è rimasto…l’ultimo romantico che crede ancora ad un vero e proprio miracolo.

Vediamole le ultime quattro gare: domenica 9 maggio alle 15.00 al Vigorito ci sarà il Cagliari per la vera e propria sfida salvezza, poi la trasferta contro l’Atalanta nel turno infrasettimanale di mercoledì 12, quindi il Crotone, già condannato, al Vigorito domenica 16, ed infine trasferta contro il Torino il 23 maggio.

Difficile prevedere quanti punti potrà conquistare l’attuale Benevento, ma indubbiamente le sfide contro Cagliari e Torino saranno quelle decisive.

Tornando alla gara contro il Milan, Inzaghi è tornato al 4-3-2-1 ma è servito veramente a poco.

Innanzi a Montipò difesa con Depaoli, Glik, Caldirola e Barba, centrocampo con Viola, Ionita e Dabo, Improta e Iago Falque trequartisti con l’ex Lapadula unica punta. Nella ripresa sono entrati Tello per Dabo, Caprari per improta, Gaich per Lapadula ed Insigne per Iago Falque. Cambi che pochissimo hanno influito, anzi il Milan ha sfiorato più volte di arrotondare il vantaggio.

Ora non resta che attendere la gara della verità contro il Cagliari, per una nuova settimana di passione.

GINO PESCITELLI

Foto: Ansa.it