Calcio Serie A, il Benevento espugna il ''Franchi'' e finisce l'astinenza Sport

Con una rete di Improta al 51’, dopo un’ottima imbeccata di Insigne entrato in campo ad inizio della ripresa, il Benevento è tornato da Firenze con tre punti in più in classifica, ed ora è a quota 9.

Una vittoria, netta e meritata, contro una Fiorentina, soltanto da qualche settimana affidata a Prandelli, che quasi mai ha creato problemi ai giallorossi. E soltanto nel finale l’undici di Inzaghi ha un po’ sofferto, ma neanche tanto, riuscendo alla fine a portare a casa tre preziosissimi punti utili non solo per la classifica, ma soprattutto per il morale. Dopo cinque sconfitte consecutive, compreso quella Coppa Italia contro l’Empoli, certamente una vittoria può essere considerata ora colato alla vigilia di un tour de force da brividi che attende olra i giallorossi. A cominciare dalla sfida di sabato prossimo con la Juventus, di scena al “Vigorito” con fischio d’inizio alle 18.00.

Non ha rubato proprio nulla il Benevento con la vittoria in terra toscana. Anzi, forse, meritava qualcosa in più della bella rete segnata da Improta, la prima in Serie A.

Dopo un primo tempo in cui entrambe le squadre non hanno fatto vedere nulla, con i portieri mai impegnati, senz’altro più bella la ripresa, con tante occasioni da entrambe le parti. Ed il Benevento ha saputo capitalizzare la sua, per poi difendersi con calma soprattutto nell’ultimo quarto d’ora dal forte pressing della Fiorentina, che, a dire la verità, ancora una volta ha deluso tanto.

Questa volta Inzaghi non ha sbagliato nulla, presentando una squadra accorta, e con una difesa mai in affanno, con Caldirola e Glix che hanno brillato ed il rientrante Barba tra i migliori in campo. E quando poi Letizia si è infortunato è entrato Maggio che nel finale si è fatto sentire tantissimo. Preoccupava il centrocampo per le tante assenze, ma alla fine Hetemaj, Ionita e soprattutto Schiattarella non sono andati mai in affanno ed hanno cancellato dal campo gli avversari. Nel solito 4-3-2-1 sulle fasce hanno agito Improta e Sau, e poi sono entrati Insigne per Sau e Tello per Improta. In campo anche nel finale Lapadula al posto di Moncini, che, comunque, ha svolto un ottimo lavoro in fase di copertura.

Ora a quota 9 si respira un po’ meglio, in attesa della Juventus. Ed in questa occasione Inzaghi potrà puntare anche su Caprari che ha scontati i due turni di squalifica.

GINO PESCITELLI