Calcio Serie A, un'autorete di Barba condanna il Benevento contro il Sassuolo che vince 1-0. Le foto Sport

Anche questa volta gli ultimi minuti di gara sono stati fatali al Benevento. Contro il Parma i giallorossi furono costretti a dire addio ai tre punti a due minuti dalla fine, questa volta, contro il Sassuolo di De Zerbi, proprio allo scadere del primo tempo una malaugurata e sfortunata autorete di Barba ha costretto i giallorossi alla sconfitta. Insomma anche la sfortuna quest’anno non vuole abbandonare la “Strega”.

Prima della gara contro il Sassuolo ad Inzaghi Demetrio Albertini ha consegnato a superPippo la panchina d’argento per lo splendido scorso torneo, ma per il tecnico giallorosso alla fine è stata una consegna molto amara.

Indubbiamente quella contro il Sassuolo è stata quasi una gara a senso unico dal momento che gli ospiti hanno sempre avuto il comando del gioco, con il Benevento molto rinunciatario soprattutto nel primo tempo, quando mai si è avvicinato alla porta avversaria. Nella ripresa, ma soprattutto negli ultimi dieci minuti qualcosa è cambiato, ma a quel punto protagonista è stato il portiere ospite Consigli che per lo meno in tre occasioni ha negato ai giallorossi un pari che, a dire la verità, forse non avrebbero meritato dal momento che il Sassuolo ha sbagliato tantissime occasioni per raddoppiare, oltre ad aver colpito una traversa a Montipò oramai battuto.

Insomma è stato un Benevento che quasi sempre non ha saputo reagire ai più forti avversari.

Per quanto riguarda la formazione iniziale, Inzaghi ha preferito ancora una volta insistere sul 3-5-1-2 con Montipò tra i pali, Tuia, Glik e Barba difensori, Schiattarella, Hetemay, Ionita e Depaoli nella fascia centrale con Improta a sostegno, poi Sau e Gaich per cercare di impegnare il Sassuolo. Un undici, questo, che mai ha impegnato gli ospiti, ed infatti il Benevento mai si è avvicinato alla porta avversaria. Nella ripresa l’allenatore ha cercato di cambiare qualcosa inserendo Caprari per Tuia, Viola per Schiattarella, Letizia per Hetemaj, Lapadula per Sau e Iago Falque per Gaich, ma poco è cambiato e soltanto negli ultimi dieci minuti di gara qualcosa è cambiato, con Consigli protagonista.

E meno male che i risultati della giornata hanno dato una mano ai giallorossi dal momento nulla è cambiato nella lotta per evitare la retrocessione, ma indubbiamente è stata sprecata una grande occasione per fare un notevole passo in avanti verso la salvezza, ancora tutta da conquistare.

Per i sanniti ora due trasferte, prima a Roma contro la Lazio e poi a Genova.

Ecco, intanto la classifica:

Inter 74

Milan 63

Juventus 62

Atalanta 61

Napoli 59

Lazio 55

Roma 54

Sassuolo 43

Hellas Verona 41

Sampdoria 36

Bologna 34

Udinese 33

Genoa 32

Spezia 32

Fiorentina 30

Benevento 30

Torino 27

Cagliari 22

Parma 20

Crotone 15

Lazio e Torino una gara in meno

Prossimo turno:

Crotone - Udinese sabato 17 ore 15.00 - Sky

Sampdoria - Hellas Verona sabato 17 ore 15.00 - Sky

Sassuolo - Fiorentina sabato 17 ore 18.00 - Sky

Cagliari - Parma sabato 17 ore 20.45 - Dazn

Milan - Genoa domenica 18 ore 12.30 - Dazn

Atalanta - Juventus domenica 18 ore 15.00 - Sky

Bologna - Spezia domenica 18 ore 15.00 - Dazn

Lazio - Benevento domenica 18 ore 15.00 - Sky

Torino - Roma domenica 18 ore 18.00 - Sky

Napoli - Inter domenica 18 ore 20.45 - Sky

GINO PESCITELLI

Foto di Arturo Russo per Realtà Sannita © 

Altre immagini