Calcio Serie B, Benevento - Virtus Entella è una sfida tra big Sport

Questo pomeriggio, fischio d’inizio alle 15.00, la sfida tra il Benevento di Inzaghi e la Virtus Entella di Boscaglia è certamente una sfida da big, tra le due squadre che possono vantare delle super- difese, anche se i giallorossi si sono dimostrati più prolifici. E se diamo uno sguardo ai numeri delle prime cinque giornate si comprende che le due squadre quasi si equivalgono. Con 11 punti in classifica, contro i 10 dell’Entella, il Benevento ha un leggero vantaggio, ma dobbiamo considerare che soltanto dopo l’improvvisa sconfitta per 2-0 dei liguri contro il Venezia nell’ultimo turno infrasettimanale, l’undici di Boscaglia ha perso la testa della classifica.

E continuando nei numeri il Benevento ha subito fino ad ora soltanto due reti contro le tre dell’Entella, con otto rete messe a segno contro le quattro di liguri. Insomma, si scontreranno le migliori difese del campionato, anche se per quanto riguarda la classifica dopo le gare di sabato pomeriggio l’Empoli di Bucchi ha iniziato a volare, conquistando la testa della classifica dopo aver superato il Perugia con un netto 3-0. Importantissimo, quindi, il risultato di oggi sia per il Benevento che per l’Entella, in attesa dello scontro di lunedì sera dell’Ascoli impegnato a Cremona. Insomma, questa sesta giornata di campionato potrebbe far capire parecchie cose per quanto riguarda la testa della classifica, anche se siamo soltanto all’inizio del torneo ed i giochi sono tutti aperti.

Si tratta del terzo appuntamento in una settimana per le due squadre, e la stanchezza potrebbe farsi sentire, anche perché, secondo le previsioni meteo, la gara potrebbe svolgersi in un clima abbastanza caldo.

Non sono molti i precedenti tra il Benevento e la Virtus Entella di Chiavari. Soltanto due volte le due squadre si sono incontrate, nell’anno della promozione in B dei giallorossi. All’andata i giallorossi vennero sconfitti per 3-2, dopo essere andati in vantaggio per 2-0, mentre nel ritorno fu uno 0-0. Poi un incontro in Coppa Italia a Chiavari finito sul 2-2. Per quanto riguarda i due allenatori, lo score è favorevole ad Inzaghi, quando allenava il Venezia con una vittoria in casa ed un pareggio in trasferta.

Quella di questo pomeriggio è una gara difficile per entrambe le squadre.

La Virtus Entella di Boscaglia scenderà in campo con il 4-3-1-2 utilizzato fino ad ora e punterà molto sulla vena realizzatrice dell’ex Mancosu, in giallorosso dal 2012 al 2014 con 69 gare disputate e 15 reti messe a segno. Un ex che ha lasciato a Benevento tanti rimpianti, e che nella scorsa stagione tra le file del Lecce è stato tra i protagonisti della promozione in A dei pugliesi. E tra gli ex non bisogna dimenticare Mirko Eramo, che nella stagione 2017/2018 tanto ha contribuito per permettere ai giallorossi la promozione in A. Tra i liguri mancherà Crimi recentemente operato al ginocchio a Roma, ma per il resto Boscaglia potrà contare su tutti gli altri titolari.

Per quanto riguarda i giallorossi Inzaghi non potrà contare su Volta, che anche questa volta sarà sostituito da Antei, come già martedì scorso contro il Pordenone. Per il resto non dovrebbero esserci molti cambi, con Montipò a guardia della rete, Caldiroli ed Antei nella difesa a quattro con Maggio e Letizia sulle fasce. Per quanto riguarda il centrocampo il tecnico dovrebbe aver recuperato Viola, che potrebbe far coppia con Hetemaj. Gli esterni dovrebbero essere Kragl ed Insigne, anche se nella conferenza stampa pre-gara l’allenatore ha affermato di avere ancora dubbi, riferendosi, forse, proprio ai due esterni. Insomma, per le due maglie ci sono anche Tello ed Improta. In attacco dovrebbe essere confermata la coppia Coda - Sau con Armenteros pronto ad entrare.

Per la difficile gara di questo pomeriggio è stato designato un arbitro giovanissimo alla sua prima esperienza nella CAN di B. Si tratta di Simone Sozza della Sezione di Seregno, che si avvarrà della collaborazione degli assistenti Giuseppe Macaddino di Pesaro e Marco Scatragli di Arezzo, IV uomo Valerio Marini di Roma.

In questo torneo il fischietto di Seregno ha diretto appena due gare di campionato (Pisa - Cremonese 4-1 e Pordenone - Frosinone 3-0) ed una di Coppa Italia (Spezia - Pro Patria 5-0), con un solo rigore concesso e nessun espulso. Come si vede un direttore di gara che porta bene alle squadre di casa. In totale in carriera ha diretto 68 gare, con 32 successi interni, 17 pareggi e 19 blitz esterni, 31 rigori concessi ed un solo espulso. E’ al suo esordio con il Benevento mentre ha due precedenti con l’Entella con una vittoria ed una sconfitta.

Ecco il programma di questa sesta giornata:

Pescara - Crotone 0-3

Venezia - Pisa 1-1

Frosinone - Cosenza 1-1

Juve Stabia - Cittadella 0-1

Empoli - Perugia 3-0

Benevento - Virtus Entella domenica 29 ore 15.00 (Sozza -Macaddino - Scatrali - Marini)

Chievo - Pordenone domenica 29 ore 15.00 (Massimi - Fiore - Capone - Saia)

Spezia - Trapani domenica 29 ore 15.00 (Amabile - Capaldo - Perrotti - Serra)

Livorno - Salernitana domenica 29 ore 21.00 (Ghersini - Rossi - Schirru - Collu)

Cremonese - Ascoli lunedì 30 ore 21.00 (Pezzuto - Lanotte - Bercigli - Luciani)

Dopo le gara di venerdì e sabato si riparte con questa classifica:

Empoli 14

Ascoli 12

Benevento 11

Perugia 11

Crotone 11

Salernitana 10

Virtus Entella 10

Pisa 9

Cittadella 9

Venezia 8

Pescara 7

Cremonese 7

Pordenone 7

Chievo Verona 6

Frosinone 5

Spezia 4

Livorno 4

Cosenza 3

Trapani 1

Juve Stabia 1

GINO PESCITELLI