Calcio Serie B: il Benevento a Cittadella per riprendere a volare Sport

Dopo il pareggio di domenica scorsa contro il Pisa questo pomeriggio, con fischio d’inizio alle 15.00, il Benevento sarà di scena a Cittadella, per continuare… una sfida infinita tra le due squadre.

Certamente nessuno ancora oggi dimentica quella bruciante sconfitta nei play off dello scorso torneo, quando l’undici di Venturato impedì ai sanniti al “Vigorito” di passare alla gara finale per la conquista della Serie A, anche se nell’attuale campionato Maggio e compagni una prima “vendetta” l’hanno già ottenuta nel girone di andata superando nettamente il Cittadella.

Ma queste cose non hanno valore perché la gara di questo pomeriggio al “Tombolato” non sarà certamente facile per la “Strega”, anche perché Inzaghi avrà una difesa ridotta ai minimi termini potendo contare soltanto sui due centrali Volta e Caldirola.

In panchina, comunque, ci sarà l’ultimo arrivato Federico Barba, proveniente dal Chievo Verona. E’ stata questa la “mossa” del direttore sportivo Foggia, per rinforzare la difesa dopo gli ultimi infortuni. E c’è da dire che si tratta di un difensore importante, che può giocare in diversi ruoli, e che in passato ha vestito le maglie dello Stoccarda, dell’Empoli, del Grosseto ed ultimamente del Real Valladolid. Insomma, non è certamente l’ultimo arrivato. Il giocatore ha già firmato il contratto che lo lega al Benevento e questo pomeriggio andrà in panchina nella gara contro il Cittadella. Insomma, ossigeno per Inzaghi a corto di difensori.

L’undici che affronterà il Cittadella è praticamente fatto, dopo gli infortuni di Tello e Tuia che ne avranno per un paio di settimane. Naturalmente Montipò in porta, poi Tosca e Caldirola centrali, con Maggio e Letizia sulle fasce, centrocampo con il rientrante Hetemaj con, Viola e Schiattarella, Kragl e Sau esterni con Coda centrali. Partirà ancora dalla panchina Moncini che si sta inserendo sempre di più negli schemi della squadra.

Per quanto riguarda il Cittadella, invece, Venturato dovrebbe ritrovare pedine importanti come Diaw e Vita per cui i veneti potrebbero essere al gran completo.

Per dirigere Cittadella - Benevento è stato designato il quarto anno Niccolò Baroni di Firenze, da tutti “battezzato” l’Alighieri per il suo linguaggio forbito che usa in campo, che rappresenta un vero e proprio tabù per i giallorossi. I precedenti parlano di sei gare con tre sconfitte ed altrettanti pareggi, ma nessuna vittoria. Ed è anche il “fischietto” del bruciante 4-0 subito a Pescara in questa stagione. Per lui 56 gare in Serie B, con 23 vittorie delle squadre di casa, 37 pareggi, 12 blitz esterni, 20 rigori concessi e 27 espulsi. In totale 130 gare dirette, con50 vittorie interne, 46 pareggi, 34 successi esterni,37 rigori concessi e 75 espulsi. Con il Cittadella vanta due successi, tre pareggi e due sconfitte. Assistenti di linea saranno Andrea Tardino di Milano ed Oreste Muto di Torre Annunziata, IV uomo Luca Zufferli di Udine.

GINO PESCITELLI