Calcio Serie B: il Benevento contro il Pordenone per cercare di mantenere il primato Sport

Dopo la vittoria in extremis contro il Cosenza, grazie alla rete di Armenteros in pieno recupero, festeggiamenti contenuti per il Benevento e subito al lavoro e neanche il tempo di godersi il primo posto in classifica in condominio con la Virtus Entella.

Questa sera si torna già in campo per il primo turno infrasettimanale, con Maggio e compagni che al “Dacia Arena” di Udine dovranno affrontare il Pordenone di Tesser, con fischio d’inizio alle 21.00. Un terreno di gioco che in un certo senso potrebbe anche portare bene alla “Strega” se ricordiamo che proprio al “Dacia Arena”, che viene considerata una struttura gioiello, nella scorsa stagione i giallorossi in Coppa Italia riuscirono a conquistare il pass per affrontare l’Inter nel turno di Coppa Italia. Insomma, un precedente che potrebbe anche essere favorevole.

La sfida di questa sera è quasi inedita per le due squadre che mai in passato si sono incontrate. Soltanto per Inzaghi due precedenti, quando in Lega Pro sedeva sulla panchina del Venezia. Nei due incontri della stagione 2016/2017 l’attuale allenatore del Benevento contro il Pordenone conquistò un pareggio, in trasferta, ed una vittoria in casa in riva alla laguna.

Quale Benevento questa sera affronterà il Pordenone? Dopo le due gare riavvicinate contro Salernitana e Cosenza è probabile che Inzaghi attuerà un turnover, anche se moderato.

Certamente non ci sarà Volta, uscito malconcio alla fine del primo tempo della gara contro il Cosenza, ed al suo posto dovrebbe essere confermato Antei come centrale al fianco di Caldirola. Per il resto tutti convocati, naturalmente escluso Schiattarella, compreso Montipò assente contro il Cosenza e per un improvviso torcicollo. Da vedere se Montipò anche in questa occasione cederà a Manfredini il compito di difendere la porta. La decisione verrà presa all’ultimo momento, anche perché contro il Cosenza ha giocato bene e non ha fatto rimpiangere il portiere titolare. Per il resto la difesa a quattro dovrebbe essere formata da Antei e Caldirola, con sulle fasce Maggio e Letizia, anche se uno dei due potrebbe cedere la maglia a Gyamfi nella formazione centrale. A centrocampo l’unico certo dovrebbe essere Viola, anche perché Hetemaj è uscito stanchissimo dalla gara contro il Cosenza, ed allora Inzaghi potrebbe pensare a Del Pinto, oramai pienamente recuperato, per giocare al fianco di Viola. Per quanto riguarda gli esterni potrebbero esserci cambiamenti con Tello e Kragl pronti ad essere utilizzati nella formazione iniziale. Naturalmente ad andare in panchina uno tra Insigne ed Improta. Quello più probabile sembra esordio di Kragl dal primo minuto. In attacco dovrebbe essere confermata la coppia Coda-Sau anche se Inzaghi non vorrebbe fare a meno in questo momento di Armenteros, l’eroe della vittoria contro il Cosenza. Ma con sei bomber a disposizione la scelta non sarà certamente facile.

Dubbi anche per Tesser, ma anche per i neroverdi potrebbe esserci un turnover anche se limitato. Non certo facile la gara per i giallorossi se si pensa che gli attuali sei punti in classifica nelle prime quattro gare di campionato il Pordenone li ha conquistati nelle due partire giocate al “Dacia Arena” di Udine. Da parte sua il Benevento potrà contrapporre la solidità difensiva con una sola rete subita e l’attacco mitraglia (sette le reti nelle prime quattro gare). E per il Pordenone in campo ci sarà anche l’ex Camporese, che con la “Strega” conquistò la promozione in B.

Anche questa volta sulla strada dei giallorossi ci sarà una direttore di gara esperto. E’ stato designato Marco Serra di Torino, al quinto anno nella CAN di B, dove ha diretto 64 gare con 29 successi interni, 27 pareggi ed 8 vittorie delle squadre in trasferta, 18 rigori concessi ed un solo espulso. Per lui anche 3 gare dirette in Serie A, con una vittoria interna e 2 pareggi oltre ad un solo rigore concesso. In totale ha diretto in carriera 120 gare con 53 vittorie interne, 46 pareggi, 21 successi esterni,35 rigori concessi e 4 espulsi. Come collaboratori di linea sono stati designati Ciccolo Pagliardini di Arezzo ed Andrea Tardino di Milano, IV uomo Giovanni Ayroldi di Molfetta. Sono sei i precedenti del direttore di gara di Torino con il Benevento con 2 vittorie (Benevento - Ascoli 2-0 e Reggina - Benevento 0-2), 3 pareggi (Grosseto - Benevento 1-1, Benevento - Catanzaro 0-0 e Lecce - Benevento 1-1 nella scorsa stagione) ed 1 sconfitta (Salernitana - Benevento 2-0). Un solo precedente con il Pordenone nella lontana stagione 2014/2015 con la sconfitta nei neroverdi in trasferta contro il Giana Erminia.

Ecco, comunque, il programma completo di questa quinta giornata di campionato:

Ascoli - Spezia martedì 24 ore 21.00 (Minelli - Rossi - Zingarelli - Di Cairano)

Cittadella - Pescara martedì 24 ore 21.00 (Maggioni - Raspollini - Miele - Prontera)

Cosenza - Livorno martedì 24 ore 21.00 (Ros - Mastrodonato - Annaloro - Cosso)

Crotone - Juve Stabia martedì 24 ore 21.00 (Baroni - Sechi - Palermo - De Santis)

Virtus Entella - Venezia martedì 24 ore 21.00 (Robilotta - Soricaro - Vono - Sozza)

Perugia - Frosinone martedì 24 ore 21.00 (Abbattista - Scarpa - Rossi - Amabile)

Pisa - Empoli martedì 24 ore 21.00 (Aureliano - Margani - Affatato - Giordano)

Pordenone - Benevento martedì 24 ore 21.00 (Serra - Pagliadini - Tardino - Ayroldi)

Trapani - Cremonese mercoledì 25 ore 19.00 (Illuzzi - Robilotta - Ruggieri - Pashuku)

Salernitana - Chievo mercoledì 25 ore 21.00 (Volpi - Marchi - Saccenti - Camplone)

Si parte con questa classifica:

Benevento 10

Virtus Entella 10

Ascoli 9

Salernitana 9

Pisa 8

Empoli 8

Perugia 8

Empoli 8

Pescara 7

Cremonese 6

Crotone 5

Chievo Verona 5

Spezia 4

Venezia 4

Frosinone 4

Cittadella 3

Livorno 3

Cosenza 1

Juve Stabia 1

Trapani 0

GINO PESCITELLI