Calcio Serie B: il Benevento torna a vincere con Marco Sau. Preoccupano le condizioni del manto del ''Vigorito'' Sport

Missione compiuta per i giallorossi che dopo le due sconfitte di Crotone e Trapani ed il pari casalingo con il Venezia sono tornati alla conquista dei tre punti, contro il Livorno dei giovani e già condannato da tempo alla retrocessione in Serie C.

La sfida testa - coda si è risolta a favore di Maggio e compagni con la doppietta di Marco Sau (giunto a quota 12 reti) ed alla bellissima punizione di Kragl nell’ultimo secondo gara. Subito dopo il fischio di chiusura.

L’eroe della serata, però, è stato Lorenzo Montipò, schierato ma sorpresa a guardia della rete, quando tutti pensavano all’esordio di Ghigo Gori. E questa volta Inzaghi ha visto veramente giusto, dal momento che proprio Montipò è stato l’eroe della serata salvando la porta in modo strepitoso in almeno sei o sette occasioni. Sul rigore di Marillo che ha permesso al Livorno di conquistare un momentaneo pareggio non poteva fare proprio nulla. Per Gori ci sarà spazio in una delle prossime tre gare che ancora restano da disputare, come certamente merita. Montipò, invece, ha confermato di essere pronto per la Serie A, anche se, forse, alle spalle, il Benevento potrebbe mettergli un portiere di una certa esperienza, casomai dando in prestito Manfredini.

Per i giallorossi un ritorno alla vittoria non certo difficile, considerando gli avversari di turno.

Anche questa volta Inzaghi ha fatto scendere in campo diversi giovani, in osservazione per una eventuale conferma, a cominciare da Basit, alla seconda presenza. In campo anche Rillo dal primo minuto al posto di Letizia, mentre nel finale sono entrati Di Serio e Pastina. Per il resto Caldirola e Barba centrali a difesa di Montipò, con il mai domo Maggio e Rillo sulle fasce. Centrocampo formato da Schiattarella e Basit aiutati da Improta, poi Insigne e Sau sulle fasce con Moncini unica punta. Insomma un Benevento un po’ più spregiudicato per tentare il ritorno alla vittoria come Inzaghi aveva chiesto. Nel corso della gara Kragl ha preso il posto di Rillo, Tello ha sostituito Improta, poi sono entrati Pastina per Insigne, Del Pinto per Sau, e Di Serio per Moncini.

Il ritorno al “Vigorito”, comunque, ha messo sotto gli occhi di tutti le bruttissime condizioni in cui versa il manto dello stadio. E questo è un problema da risolvere al più presto perché non è pensabile affrontare la Serie A su un campo del genere. Tempo da perdere non ce n’è, per cui Comune o Società pensino a come intervenire.

Per lunedì 27 è prevista una cerimonia per la consegna a Vigorito della cittadinanza onoraria. E’ auspicabile che dietro le quinte si parli anche di questo, ma anche della nuova convenzione e dell’agibilità dello Stadio. Anche questo significa programmare il futuro, anche se essenziale predisporre la “rosa” per la Serie A.

Ecco i risultati della sedicesima giornata di ritorno:

Pescara - Frosinone 1-1

Benevento - Livorno 3-1

Cittadella - Ascoli 1-2

Crotone - Salernitana 1-1

Empoli - Virtus Entella 2-4

Juve Stabia - Chievo Verona 3-2

Perugia - Cremonese 0-0

Pisa - Trapani 3-2

Pordenone - Cosenza 1-2

Spezia - Venezia 0-1

Per le gare di venerdì 24 luglio si partirà con questa classifica:

Benevento 80

Crotone 62

Spezia 56

Pordenone 55

Frosinone 53

Cittadella 52

Salernitana 51

Pisa 50

Empoli 48

Chievo Verona 47

Virtus Entella 47

Ascoli 45

Cremonese 44

Venezia 44

Pescara 42

Perugia 42

Juve Stabia 41

Cosenza 37

Trapani 35

Livorno 21

GINO PESCITELLI