Calcio Serie B: l'atteso derby Benevento - Salernitana si svolgerà sotto la lente del Var Sport

Sarà la serata, il fischio d’inizio è per le 21.00, dell’attesissimo derby tra il Benevento di Pippo Inzaghi e la Salernitana di Giampiero Ventura, e per l’occasione proprio al “Vigorito” sarà in funzione il VAR, affidato per l’occasione a Valerio Marini di Roma e ad Oreste Muto di Torre Annunziata, che offriranno la propria collaborazione al direttore di gara che “fischierà” il non facile derby, Lorenzo Illuzzi di Molfetta. E’ dall’inizio del girone di ritorno che la tecnologia è entrata anche tra i “cadetti” con una gara per volta. E questa volta tocca a Benevento - Salernitana.

Indubbiamente i derby hanno una storia tutta particolare, ma questo Benevento - Salernitana assume un valore davvero importante, non solo in campo ma soprattutto sugli spalti. Saranno tantissimi i salernitani sugli spalti dal momento che dopo il sold out della curva loro riservata ai tifosi granata sono stati riservati posti anche in altri settori, ma i tifosi della Strega faranno del tutto per essere il dodicesimo uomo in campo e potrebbe essere superato il record degli spettatori per quanto riguarda questa stagione. E’ augurabile che tutto vada per il meglio sotto il profilo dell’ordine pubblico, ma certamente la notturna non favorirà il compito delle forze dell’ordine.

Come si presentano le due squadre?

La nuova sconfitta del Pordenone nella gara di sabato pomeriggio contro lo Spezia ha permesso ai giallorossi di allungare di più in classifica, con un vantaggio che è aumentato ancora di più, e proprio questo deve spingere Maggio e compagni a conquistare una nuova vittoria.

Per Inzaghi pochi problemi di formazione, anche se soltanto alla fine farà le scelte defintive non solo per quanto riguarda gli uomini ma anche il modulo. E’ probabile che il tecnico abbandoni il 4-3-2-1 per puntare su quel 4-3-1-2 che ha permesso di vincere a Cittadella. In questo caso potremmo vedere insieme Coda e Moncini, casomai con Improta a far compagnia ad un centrocampo formato da Viola, Hemaj e Schiattarella. Questo anche se non sarà facile rinunciare a Kragl e Sau. Ed allora potrebbe essere proprio Kragl a scendere in campo dal primo minuto, con Sau che partirebbe dalla panchina. Nello stesso tempo, però, Inzaghi potrebbe anche non rinunciare al 4-3-2-1 con Kragl e Sau esterni e Coda, o Moncini, unica punta. Scelte che Inzaghi farà dopo la rifinitura di domenica mattina, come ha ribadito nella conferenza stampa pre-gara.

Tutto fatto, invece, per quanto riguarda la difesa, con Montipò in porta, Caldirola e Volta centrali, l’ultimo arrivato Barba partirà dalla panchina ma secondo l’allenatore è già pronto per l’esordio, ed infine Maggio e Letizia sulle fasce. E proprio Maggio e Letizia potrebbero essere decisivi perché oltre alla spinta dovranno stare molto attenti a Lombardi e Klyine, punti di forza dell’undici di Ventura.

Per quanto riguarda la Salernitana, Ventura può sorridere perché ha recuperato Migliorini e Karo, per cui questa sera al “Vigorito” potrà schierare la formazione migliore, con l’assenza del solo Lopez. E’ probabile che il tecnico dei “granata” si affiderà al 3-5-2 tentando anche la “carta” Aya. Questo per tentare l’effetto sorpresa, anche se il Benevento assolutamente non intende regalare nulla.

Al “Vigorito” questa sera fischierà Lorenzo Illuzzi della sezione di Barletta. Un quarto anno che va per la maggiore, istruttore di fitness, allergico alla concessione di rigori. In Serie B fino ad ora ha diretto 64 gare, con 25 successi delle squadre di casa, 23 pareggi e 16 blitz esterni, 14 rigori concessi e 23 espulsi. Per lui anche una gara in Serie A con la vittoria della compagine in trasferta. In totale 133 le gare “fischiate”, con 52 vittorie interne, 44 pareggi, 37 vittorie esterne, 27 rigori concessi e 58 espulsi. Non favorevoli per il Benevento i precedenti: due vittorie in Coppa Italia TIM contro Tritium e San Marino, per il resto due pareggi contro Paganese e Juve Stabia, proprio in questa stagione, infine le sconfitte contro Salernitana e Spal. Con la Salernitana ha uno score di 3 vittorie, tre pareggi e 4 sconfitte. Collaboratori di linea Michele Grossi di Frosinone e Giuseppe Macaddino di Pescara, IV uomo Giovanni Ayroldi di Molfetta

Questo il programma della 22esima giornata, terza di ritorno:

Cremonese - Pisa 3-4

Frosinone - Virtus Entella 1-0

Livorno - Ascoli 0-3

Spezia - Pordenone 1-0

Trapani - Cittadella 0-3

Empoli - Crotone 3-1

Chievo Verona - Venezia domenica 2 ore 15.00 (Camplone - Rosssi - Capone - Baroni)

Juve Stabia - Perugia domenica 2 ore 15.00 (Minelli - Bercigli - Perrotti - D’Ascanio)

Benevento - Salernitana domenica 2 ore 21.00 (Illuzzi - Grossi - Macaddino - Ayrolidi - VAR Mariani e Muto)

Pescara - Cosenza lunedì 3 ore 21.00 (Rapuano - Mokhtar - Tardino - Dionisi

Dopo le gare di venerdì e sabato si parte con questa classifica:

Benevento 50

Pordenone 35

Crotone 34

Frosinone 34

Cittadella 33

Salernitana 32

Spezia 31

Virtus Entella 31

Chievo Verona 30

Perugia 30

Ascoli 30

Pescara 29

Pisa 29

Juve Stabia 28

Empoli 27

Venezia 24

Cremonese 23

Cosenza 20

Trapani 19

Livorno 13

GINO PESCITELLI