Chiuso il calciomercato, il Benevento ha cambiato volto Sport

Delle tre neo promosse in Serie A (Benevento, Crotone e Spezia) indubbiamente è il Benevento quella che si è comportata meglio, recependo la lezione della prima stagione, quella del 2018, disputata nella massima Serie, conclusasi in malo modo con una inevitabile retrocessione nonostante nel “mercato” di gennaio si sia tentato di correre ai ripari. Oramai, però, la…frittata era stata già fatta!

Questa volta, però, si è subito capito che sarebbe stato diverso, anche perché si è cominciato a lavorare per tempo grazie alla conquista con sette giornate d’anticipo della matematica promozione in Serie A. Soprattutto, però, c’è stata la volontà di non “smontare” il vecchio gruppo, che tanto bene si era comportato in Serie B, come del resto aveva chiesto Inzaghi, riconfermato per tempo in panchina.

Così, si è puntato sul sicuro, pensando soltanto ad integrare la “rosa” con elementi esperti e di categoria.

E sono arrivati: Kamil Glik, difensore, dal Monacò; Artur Ionita, centrocampista dal Cagliari; Daam Foulon, terzino dal Waasland Bevaren (una vera scommessa di Foggia); l’attaccante Gianfranco Lapadula dal Genoa; l’esterno Gianluca Caprari; il centrocampista Bryan Dabo preso dalla Fiorentina; l’attaccante Iago Falque proveniente dal Torino. Tutti acquisti mirati che ben si stanno inserendo nella squadra ed i risultati già si vedono, con due vittorie nelle prime tre gare. Insomma è un Benevento più esperto e solido.

Naturalmente per rispettare le regole della lista da presentare in Lega qualche addio doloroso si è reso necessario.

Così, hanno dovuto dire addio alla maglia giallorossa Oliver Klag in prestito all’Ascoli, Antei e Vokic in prestito al Pescara, Rillo in prestito al Fano, Volpicella in prestito alla Juve Stabia, Donnarumma che ha rescisso il contratto, Iemmello che è accasato alla Serie B spagnola con il Las Palmas, Coda, che già a giugno non aveva rinnovato, alla fine è andato al Lecce. E nella lista presentata in Lega non ci sarà spazio neanche per Lorenzo Del Pinto e Massimo Volta, che dovranno attendere gennaio per nuove avventure. Restano invece in giallorosso i giovani Basit e Sanogo.

Ecco, comunque, la lista dei 22, tra cui 17 over e 4 cresciuti nei settori giovanili di società italiane. La lista sarà valida fino a gennaio.

PORTIERI: Montipò e Manfredini (Gori sarà intercambiabile con uno dei due di partita in partita)

DIFENSORI: Caldirola, Maggio, Tuia, Glik e Barba

CENTROCAMPISTI: Dabo, Ionita, Hetemaj, Viola, Tello

ATTACCANTI: Lapadula, Caprari, Moncini, Sau, Iago Falque.

A questi 17 over bisogna aggiungere Letizia, Schiattarella, Improta ed Insigne, calciatori formatisi nei vivai italiani.

Questo il nuovo Benevento da Serie A, che ora, dopo la sosta, sarà atteso da due gare quasi proibitive contro la Roma all’Olimpico (domenica 18 alle 20.45) ed a seguire contro il Napoli di Gattuso al “Vigorito”.

GINO PESCITELLI