Figli e figliastri sull'uso della Tribuna Stampa del ''Vigorito'' Sport

Era un vero e proprio mistero la mancata utilizzazione della nuova Tribuna Stampa del “Vigorito” ricostruita con i fondi delle Universiadi, intitolata agli scomparsi colleghi in giornalismo Nicola Russo ed Antonio Buratto, poi mai entrata in funzione in questi mesi per il mancato via libera da parte della Commissione Pubblici Spettacoli.

La causa? La mancata consegna della documentazione da parte dell’Ufficio Tecnico del Comune.

Improvvisamente la svolta giovedì scorso, sembra grazie all’intervento del sindaco Mastella e del consigliere delegato allo Sport Lauro, presenti in prima persona alla riunione della Commissione.

A questo punto la notizia e la soddisfazione di Palazzo Mosto ed anche del Benevento Calcio che il problema era stato risolto e la Tribuna Stampa sarebbe stata utilizzata in occasione della gara Benevento - Crotone.

A questo punto il secondo mistero… Chi avrebbe potuto occupare la nuova struttura?

Almeno da lontano si è visto che pochi intimi sono stati ospitati. Innanzitutto tutti i giornalisti del “giornale on line” di famiglia della società, poi un paio di rappresentanti della stampa quotidiana e per il resto qualche altro intruso, legato sempre al Benevento Calcio. Tutti gli altri nelle vecchie postazioni.

Ed allora c’è da chiedersi: chi ha deciso gli ingressi nella nuova struttura? Perché si va avanti con la solita gestione padronale? Se è vero, e nessuno può negarlo, che lo Stadio appartiene sempre al Comune, ed il Benevento Calcio ne ha soltanto la gestione momentanea, allora è bene che anche sotto questo profilo Palazzo Mosti faccia sentire la propria voce.

Insomma si è aperto un nuovo “mistero” sull’uso della Tribuna Stampa, che merita di essere risolto, ed anche presto. E chi dovere faccia sentire la propria voce, perché non è certo bella la politica di…figli (la minoranza) e figliastri (la maggioranza)!

GINO PESCITELLI