Pallavolo femminile Serie B2: seconda stagione all'Accademia per la palleggiatrice Maria Tenza Sport

Prima l’addio alla pallavolo, poi il ritorno e adesso il rilancio.

Maria Tenza sarà la palleggiatrice dell’Accademia anche nel prossimo campionato di B2, dopo l’ultima esaltante stagione disputata sempre ad altissimi livelli e dove l’atleta di Eboli ha mostrato tutto il suo valore confermandosi una delle più forti palleggiatrici in circolazione.

Ho ancora impressi nella mia mente tutti i momenti dell’ultimo campionato, in particolare l’ultima settimana con le tre gare finali che ci hanno portato fino alla promozione. Col senno di poi posso dire che averne persa una, paradossalmente, ci ha aiutato a farci sentire ancora più forti, abbiamo preso coscienza del nostro vero valore come squadra. La vittoria è stato il giusto premio ad un anno in cui tutti abbiamo dato il massimo dall’inizio alla fine, durante la stagione ho sempre avvertito la responsabilità del ruolo che ricoprivo sia in campo come atleta che come contributo di crescita e di esperienza al gruppo. So che ognuno ha vissuto questi momenti a modo suo, ma per me è stato davvero emozionante, sono molto contenta”.

La promozione raggiunta lo scorso luglio sembra proprio il degno finale di una bella favola, visto che qualche anno fa, dopo tante stagioni disputate ad altissimi livelli anche in categorie superiori, Maria Tenza aveva deciso di chiudere con la pallavolo per dedicarsi a tempo pieno alle sue attività professionali. La chiamata dell’Accademia ha invece stravolto questa sua decisione e, visti i risultati, la scelta si è rivelata decisamente giusta.

Non era facile per me rimettermi in gioco dopo tanto tempo, volevo dimostrare innanzitutto a me stessa di essere ancora un’atleta e di essere in grado di dare ancora qualcosa a questo sport. Sentivo di aver lasciato qualcosa in sospeso quando avevo deciso di smettere di giocare, forse ho anche sbagliato a suo tempo, perché la pallavolo avrebbe potuto aiutarmi a superare meglio alcuni momenti e alcune difficoltà che ho attraversato. Ringrazio l’Accademia che ha dimostrato di credere fortemente in me e di apprezzarmi come persona prima ancora che come atleta fin dal primo giorno. Avere una seconda opportunità non era affatto scontato, ma questo affetto, questa stima e la disponibilità che ho sempre trovato mi hanno tanto aiutato a tornare in pista. Un grazie va anche alle mie compagne e a tutto lo staff che hanno sempre compreso le mie esigenze e mi hanno teso una mano quando ce n’era bisogno. E’ ovvio che sulla scia di queste emozioni tutte positive sembrava facile scegliere di continuare, ma mi sono voluta prendere ugualmente un po’ di tempo prima di decidere, soprattutto per i miei impegni professionali che a un certo punto sembravano volessero prendere a tutti i costi il sopravvento. Poi alla fine ha prevalso il cuore ma soprattutto la volontà di voler ricambiare tutto quello che ho ricevuto finora”.

Dopo il ritorno in campo, adesso Maria è pronta a rilanciare anche in vista del prossimo campionato, con obiettivi ben precisi sia a livello personale che in termini di squadra. Lo fa da Acciaroli, dove adesso trascorrerà qualche settimana di lavoro-vacanza e da dove anche lo scorso anno fece la sua prima intervista per l’Accademia.

Non mi piace perdere, per cui anche se ci aspetta un campionato più difficile rispetto a quello appena disputato so che faremo di tutto per raccogliere il massimo in ogni partita. La B2 è un campionato di ottimo livello che negli ultimi anni sta crescendo sempre di più, tante atlete di valore scelgono di cimentarsi in questa categoria e da un lato questo è sicuramente stimolante ma dall’altro ti costringe ad avere sempre l'attenzione alta per non incappare in brutti scivoloni. Mi auguro di ritrovare come compagne di squadra quante più persone possibili dell’ultimo gruppo, con cui ho molto legato e sono in grande sintonia, ma è fisiologico che ci saranno dei volti nuovi e che qualcuna, magari, farà altre scelte. Voglio sicuramente divertirmi ma senza perdere di vista l’aspetto agonistico, mi sono data degli obiettivi anche personali che tuttavia non voglio svelare per scaramanzia ma che mi auguro di centrare”.

Dopo la conferma di Pericolo, l’Accademia va quindi a chiudere con Maria Tenza la diagonale opposto-palleggiatrice del sestetto titolare, due elementi di assoluto affidamento in grado di fare la differenza e intorno ai quali sarà costruita la squadra che parteciperà al prossimo campionato di B2.