Pallavolo femminile Serie C, l'Accademia batte 3-0 La Fiorente Maya di Camposano Sport

Seconda vittoria consecutiva in campionato per l’Accademia che ieri pomeriggio ha battuto 3-0 (25-9, 25-18, 26-24) La Fiorente Maya di Camposano nella sua seconda uscita stagionale.

Una gara praticamente a senso unico nei primi due parziali, nettamente di marca giallorossa e dove fin dalle prime battute le beneventane sono riuscite a prendere un margine rassicurante, grazie anche ad un miglior approccio alla partita rispetto all’esordio dove la tensione e l’emozione per il ritorno in campo ne avevano condizionato il rendimento. La partita è decisamente cambiata invece nella terza frazione, merito soprattutto delle padrone di casa che, spinte dalle due attaccanti Angelillo e Di Gennaro, hanno spinto forte sull’acceleratore creando non pochi problemi ad un’Accademia che, forte del doppio vantaggio, pensava di aver già imboccato la strada della vittoria. Un terzo set equilibratissimo fino alla fine, con la Fiorente che si è trovata anche a condurre 16-13, prima di annullare due palle match sul 22-24. Ci ha pensato Tenza, con un bagher rocambolesco e un tocco di seconda, a conquistare i due punti finali che hanno chiuso la partita.

Grazie a questi tre punti, i primi in trasferta, l’Accademia sale a quota sei in classifica e balza in testa al proprio girone, scavalcando a quota cinque l’Oplonti Vesuvio, prossimo avversario delle giallorosse sabato a Benevento nel big match di giornata. Una vittoria tutto sommato limpida, soprattutto nei primi due set, e sofferta invece nel terzo, a dimostrazione che in questo campionato non è consentito abbassare assolutamente la guardia contro nessun tipo di avversario. Note positive anche per la Fiorente Maya che, seppur alla sua seconda sconfitta consecutiva, ha mostrato soprattutto nella parte finale del match grande spirito combattivo e buone giocate, elementi da cui ripartire per raggiungere il proprio obiettivo.

LA CRONACA

L’Accademia scende in campo con la stessa formazione proposta già sabato scorso contro il Villaricca, dall’altra parte sestetto base per la Fiorente Maya.

La partita si mette in discesa per le giallorosse che prendono subito un buon margine dopo i primi scambi della gara. Gli unici punti delle avversarie, per buona parte della prima frazione, vengono solo da disattenzioni dell’Accademia che però è decisamente più incisiva in attacco e precisa in difesa e ricezione. Mister Ruscello fa ruotare quasi l’intera rosa a disposizione, da segnalare in questa fase l’esordio di Malatesta, alla prima presenza in Serie C. Non c’è storia in un primo set che si chiude facilmente con il punteggio di 25-9.

Stesso copione anche nella seconda frazione dove è sempre l’Accademia a condurre il gioco con la solita Pericolo sugli scudi e la centrale Guerriero che fa vedere un’ottima intesa con Tenza nel gioco da centro. La Fiorente non riesce a contrastare gli attacchi giallorossi fino al 10-19 quando con un piccolo sussulto piazza un break di 5-0 e si riporta sotto sul 15-19. Per l’Accademia è solo un momento di sbandamento perchè la squadra torna immediatamente padrona del campo e chiude la frazione sul 25-18.

Il doppio vantaggio acquisito con facilità lascia presagire ad un terzo set in discesa per l’Accademia: non è così. Fin dalle prime battute si intuisce subito che la Fiorente sia pronta a mettere in campo uno spirito diverso e a giocarsi il tutto per tutto. Il livello di gioco delle padrone di casa cresce e crea diversi problemi ad un’Accademia che per la prima volta nel corso dell’intera partita si ritrova ad inseguire. Un ottimo turno al servizio di De Gennaro porta la Fiorente al massimo vantaggio sul 16-13. La stessa Di Gennaro e Angelillo diventano due riferimenti importanti per le padrone di casa, l’Accademia soffre ma tiene botta. Pisano in attacco e un ace di Pericolo regalano due palle set all’Accademia sul 24-22. Un attacco visibilmente out di De Gennaro viene inspiegabilmente giudicato in campo dal primo arbitro, proteste vibranti dell’Accademia e nervosismo che si ripercuote anche nell'azione successiva dove le padrone di casa trovano l’ace del 24-24. Ci pensa Tenza a rimettere le cose a posto per le giallorosse, prima inventandosi un bagher acrobatico che riporta l’Accademia sul 25-24 e poi direttamente di secondo tocco mettendo giù il prezioso pallone del 26-24.

PROSSIMO TURNO

Sabato pomeriggio l’Accademia giocherà alla palestra Rampone di Benevento contro l’Oplonti Vesuvio, gara in programma a porte chiuse a partire dalle ore 18.00

TABELLINO

La Fiorente Maya Camposano: Di Marzo, Angelillo E. 10, Morra 7, Angelillo A. (L), Pichera, Aprile 1, Strigaro, Petillo ne, Masullo ne, Di Gennaro 10, Galeotalanza 2. All. Nappi.

Accademia Volley: Tufo, Guerriero 7, De Santis ne, Pericolo An. 15, Ricciardi 2, De Cristofaro (K) 2, Grimaldi 2, Cona (L1), Tenza 7, Della Gatta 3, Pisano 6, Malatesta, Bosco 1, Iannelli. All. V. Ruscello, Vice All. A. Cioffi.

Parziali: 9-25, 18-25, 24-26.