Pallavolo femminile Serie C, un'Accademia da sballo domina il Salerno in tre set Sport

Strepitosa vittoria per l’Accademia che ieri pomeriggio ha battuto 3-0 (25-20, 25-13, 25-17) il Salerno Guiscards nel big match della quarta giornata della Seconda Fase del campionato di Serie C.

A guardare il punteggio sembrerebbe una partita fin troppo facile ma è il frutto di una prestazione super di tutto il sestetto giallorosso che ha letteralmente surclassato quella che fino a ieri era l’unica squadra imbattuta di tutta la Serie C con un solo set lasciato agli avversari. Una Accademia praticamente perfetta quella scesa in campo ieri al Rampone, a sole 48 ore dall’impegno infrasettimanale contro l’Avella, che ha saputo trovare la giusta foga agonistica e a giocare su livelli altissimi. Sicuramente la miglior Accademia stagionale, spinta da una Anna Pericolo spaziale (altri 21 punti a referto in questo campionato) e da un intero sestetto sapientemente orchestrato dalla regia di Tenza che ha distribuito il gioco senza dare punti di riferimento alle avversarie. Una partita dominata dall'inizio alla fine, come ammesso sportivamente a fine partita anche dal tecnico salernitano Tescione, dove l'Accademia ha mostrato non solo una fase d’attacco micidiale ma anche una fase di difesa davvero eccellente, a dimostrazione dello spirito con cui le giallorosse sono scese in campo. Contro un’Accademia così neanche Salerno, una delle squadre più accreditate al salto di categoria, è riuscita a impensierire le padrone di casa, forse anche sorpresa dal rendimento delle giallorosse, senza mai imporre le giocate delle scorse settimane.

Grazie a questi tre punti le giallorosse volano in vetta alla classifica del proprio girone e scavano momentaneamente un solco tra sé e le avversarie. Sono sei i punti di vantaggio su Salerno, secondo, e sette su Ottavima (terzo e prossimo avversario dell'Accademia), ma entrambe con una gara in meno rispetto alle beneventane. Una classifica ancora non definitiva ma sicuramente con queste tre vittorie consecutive le giallorosse hanno indirizzato al meglio anche questa Seconda Fase di torneo. Bisogna adesso restare con i piedi per terra e prepararsi alle prossime partite con lo stesso spirito e lo stesso impegno dimostrati finora, ma con la consapevolezza di poter recitare fino alla fine un ruolo da protagonista.

LA CRONACA

L’Accademia torna in campo a meno di 48 ore di distanza dalla gara di giovedì contro Avella, Salerno reduce dalla vittoria di sette giorni fa con la stessa Avella.

Giallorosse decisamente più in palla e precise in avvio di set, sull’8-3 Accademia corre subito ai ripari mister Tescione per provare a svegliare un Salerno decisamente appannato. L’effetto è quello sperato perché le ospiti impattano subito la gara sul 12-12 e restano attaccate all’Accademia fino al 19-20 (sarà questo l’unico momento equilibrato dell’intero match). E’ un tocco di seconda intenzione di Maria Tenza a dare il là allo scatto decisivo, il resto viene completato da un micidiale turno al servizio di Anna Pericolo che manda l’Accademia sul 24-19. Pisano spreca la prima palla set, ma è la stessa schiacciatrice giallorossa a sfruttare la seconda e a chiudere il set 25-20.

Anche l’inizio della seconda frazione è tutto di marca giallorossa: Maria Tenza tiene caldi tutti i suoi attaccanti distribuendo palloni su palloni con grande lucidità ed esaltandosi anche in attacco (saranno 6 i suoi punti nel set). Salerno si vede bombardato in ogni zona del campo e non riesce in alcun modo a prendere le misure. La solita Pericolo e la fast di Anna Grimaldi diventano due sentenze micidiali per l’Accademia che domina letteralmente il set chiudendolo con un sorprendente quanto meritato 25-13.

Il doppio vantaggio giallorosso, arrivato in maniera così netta e apparentemente facile, lascia pensare ad una reazione del Salerno che, ricordiamolo, non aveva ancora lasciato alcun punto alle avversarie prima di questa sera. Ma stavolta in campo c’è una Accademia indemoniata. Il sestetto giallorosso continua a giocare su livelli altissimi sia in fase d’attacco che in fase di difesa. Le ospiti vanno letteralmente in confusione incappando anche in qualche ingenuità di troppo, figlia probabilmente di uno scoramento generale nel sestetto salernitano che non riesce a costruire azioni degne di nota. L’Accademia invece si muove in campo con una sintonia perfetta fino al 25-17 finale, messo a segno, manco a dirlo, da Anna Pericolo.

PROSSIMO TURNO

Sabato pomeriggio l’Accademia giocherà di nuovo in casa contro l’Ottavima Napoli, prima gara di ritorno di questa seconda fase.

TABELLINO

Accademia Volley: Tufo (L1), Guerriero 1, De Santis ne, Pericolo 21, Ricciardi ne, De Cristofaro (K) 5, Grimaldi 9, Tenza 7, Della Gatta ne, Pisano 5, Malatesta ne, Bosco ne, Iannelli ne, Verdino (L2) ne. all. V. Ruscello, vice all. A. Cioffi.

Salerno Guiscards: Gigantino (L2) ne, Rossin 8, Lanari (L1), Marra 1, Verdoliva 3, Sergio ne, Sorrentino 11, Izzo 3, Troncone 3, Morea ne, Sabato 6, De Matteo. All. F. Tescione.

Parziali: 25-20, 25-13, 25-17.