Comparto tabacchicolo: ok all'accordo salva lavoro. Soddisfatto Masiello Economia

Un accordo importante per garantire stabilità e futuro al lavoro degli agricoltori impegnati in una coltivazione profondamente radicata in molti territori, dalla Campania al Veneto, dall’Umbria alla Toscana”. E’ quanto afferma la Coldiretti nel commentare il Verbale d’intesa programmatica pluriannuale tra Philip Morris Italia e il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo.

Una intesa importante per l’economia e l’occupazione in Italia che - sottolinea la Coldiretti - è il primo produttore di tabacco dell’Unione Europea con attorno ad 1/4 della produzione complessiva, sviluppata su 16.000 ettari.

Un settore - conclude la Coldiretti - che ha dimostrato capacità di resistere alle forti sollecitazioni in questi anni, che hanno messo a dura prova gli imprenditori che hanno continuato a credere nel futuro ed a investire nel comparto”.

Questo modello di filiera - spiega Gennarino Masiello, vicepresidente nazionale di Coldiretti - consente alle aziende agricole una programmazione sostenibile dei propri investimenti, con benefici oggettivi per il territorio. Poter contare sulla certezza di piani pluriennali consente di investire e guardare al futuro con maggiore serenità. L’auspicio è che questo tipo di accordo possa trovare spazio e interesse in tutto il comparto tabacchicolo”.