Incontro con l'ex alunno Clemente Mastella In primo piano

Esattamente alla stessa ora in cui all'Hotel President (venerdì 13 febbraio ore 18,00) il PDL si interrogava sul futuro del partito e si apprestava ad accogliere la sua adesione tra consensi e dissensi (Viespoli era assente), Mastella se ne stava tranquillo e sereno nella quiete del Seminario a chiacchierare con i suoi ex compagni di scuola.

L'Associazione ex alunni del Collegio La Salle aveva organizzato una serata tutta speciale per rievocare quegli anni senza parlare di politica. E così è stato.

Sono fiero di essere stato un alunno del Collegio La Salle così esordisce Clemente Mastella all'inaugurazione del ciclo di Incontri Lasalliani tenutasi all'interno del Seminario arcivescovile di Benevento.

L'incontro ha inizio con una serie di ricordi dell' ex Ministro ella mia vita politica - ha dichiarato - ho avuto modo di incontrare molti ex alunni del Collegio. Quando facevo parte della Commissione Antimafia, conobbi Galasso, un pentito della camorra, che mi disse Mastella lei non può avercela con me, perché abbiamo studiato nello stesso istituto. Ma l'on. Mastella non ha dimenticato di ricordare Ferdinando Masone ex alunno del Collegio La Salle, che ricoprì il ruolo di capo della polizia.

Molti i ricordi inerenti al Mastella studente, come quello della temuta lezione di storia dell'arte, con l'allora sindaco di Benevento, prof. Mario Rotili, sono sempre stato appassionato di politica per questo molte volte dibattevo con lui, lo facevo innervosire, tutto con lo scopo di saltare la lezione.

Nel corso dell'incontro il leader del campanile ha voluto ricordare il suo appoggio sia alla scuola pubblica che a quella cattolica, oggi più che mai, dobbiamo riscoprire le nostre radici e soprattutto la nostra fede. Siamo una società multirazziale e non dobbiamo rischiare di far diventare il mondo cattolico una minoranza.

Nessun riferimento c'è stato rispetto alle decisioni politiche degli ultimi giorni. È stato un incontro con un ex alunno e non con il politico.

Ma non poteva mancare un'opinione sulla vicenda di Eluana Englaro, un commento secco ma inequivocabile l'uomo non può sostituirsi a Dio, queste le parole in merito alla vicenda.

L'incontro si è aperto con i saluti del presidente dell'associazione Ex alunni di Benevento Aristide Verrusio. Presenti in sala, tra gli altri, anche il presidente del Consiglio Regionale della Campania, Sandra Lonardo, Giovanni Zarro e Mario Pedicini.

SILVIA RAMPONE