Autismo, Maglione e Pedicini (M5S) incalzano Picker: ''Traduca le promesse in fatti'' Politica

Come avevamo temuto e denunciato qualche mese fa, l’ASL di Benevento ha sospeso le cure per i bambini autistici e ora auspichiamo che le rassicurazioni del direttore generale, Franklin Picker, si traducano presto in fatti”,  questo il commento dei portavoce M5S, il deputato Pasquale Maglione e l’eurodeputato Piernicola Pedicini, sulla sospensione dei trattamenti Aba (Analisi Applicata del Comportamento) decretata con la delibera 144, del 28 marzo 2019 scorso. 

Tecnicamente, il provvedimento emesso dall’Asl trasforma le modalità di prestazione del servizio da una forma indiretta a diretta, per cui a partire dal lunedì 1 aprile, i bambini avrebbero dovuto usufruire dei trattamenti direttamente dall’azienda, ma ciò non è avvenuto. Il provvedimento fa seguito a una indicazione regionale, ancora una volta frutto di una gestione che ignora le esigenze dell’intero territorio campano. 

L’Asl ha garantito che verrà creata nuovamente una short list delle figure professionali necessarie per esperire il servizio. Certo - proseguono i portavoce - questa dirigenza sapeva già che l’arruolamento delle risorse professionali richiede tempo, ecco perché avrebbe dovuto attivarsi molto prima, quando il rischio di una sospensione temporanea era già evidente. Ma in ogni caso ci auguriamo che le cure vengano ristabilite in fretta e che il governatore Vincenzo De Luca impari, quasi allo scadere del suo mandato, a valutare l’impatto delle sue decisioni sulla salute dei cittadini. Invitiamo il direttore Picker e la giunta regionale della Campania, ad assumersi la responsabilità di ripristinare quanto prima l’assistenza ai bambini autistici, dando un'immediata risposta alle famiglie rimaste senza un supporto di cui avevano e hanno ancora diritto”.