CAUTANO - Alessandro Gisoldi scende in campo per le amministrative Politica

L’ingegnere Alessandro Gisoldi capeggia la lista “CrediamoCi”, per le amministrative del 26 maggio. Gli altri due competitors sono l’avvocato Giovanni Procaccini e l’ingegnere Antonio Rapuano, che rispettivamente sono capolista per le compagini “Uniti per lo sviluppo di Cautano” e “Cautano al Centro”. La formazione civica di Gisoldi si pone nel contesto locale per innovare la politica ed instaurare un proficuo rapporto con i cittadini, per declinare con azioni virtuose una diversa fase nella storia della comunità. A poche ore dalla presentazione della sua lista, il candidato alla carica di sindaco ha rilasciato un’intervista per i lettori di Realtà Sannita.

Alessandro Gisoldi perché ha scelto di guidare la lista “CrediamoCi nessuno escluso”, per le imminenti elezioni amministrative?

Sono l’ing. Alessandro Gisoldi e svolgo da 20 anni l’attività di libero professionista. Dopo un periodo di riflessione ho deciso di accettare la proposta di un gruppo di amici che ha visto in me una figura aggregante per il popolo di Cautano. Spero di rappresentare al meglio tutte le persone che hanno deciso di condividere una speranza: la speranza di un “futuro”, di un futuro qui a Cautano e nella Valle Vitulanese.

In che modo con la sua compagine qualora venga eletto alla carica di sindaco intende delineare i driver di sviluppo per il territorio?

Il programma elettorale esprime chiaramente le nostre intenzioni, siamo convinti che lo sviluppo del nostro territorio debba avvenire assecondandone la vocazione, prevalentemente turismo, agricoltura e artigianato. Senza trascurare welfare e qualità della vita degli abitanti.

La patata interrata è una risorsa da non disperdere per il nostro territorio. Quali azioni sono previste per valorizzarla ulteriormente?

Manifestazioni tese alla promozione di prodotti di qualità come la patata interrata, il vino, l’olio etc.., sono fondamentali e faranno parte di un discorso più ampio legato ad una strategia di marketing moderna ed efficace, cui sarà dedicata un’area funzionale permanente all’interno dell’amministrazione.

Quali sono le priorità per Cautano per liberare la realtà locale dalla marginalità?

Il mondo intorno a noi è cambiato ed è evidente che, finora, non siamo riusciti a ritagliarci lo spazio che meritiamo. Pensare ed agire seguendo schemi mentali obsoleti ha contribuito non poco al nostro isolamento sia dal punto di vista lavorativo che sociale. Dobbiamo quindi guardare al passato con orgoglio ed affetto, ma proiettarci nel futuro con decisione e consapevolezza nei nostri mezzi e forza di volontà.

Chi sono i componenti della sua squadra che hanno condiviso con lei la sfida del cambiamento?

Noi della lista numero 3 che ci sottoponiamo al giudizio del popolo di Cautano nelle elezioni amministrative, siamo formati prevalentemente da persone mai candidate prima, consapevoli che il lavoro che ci attende è enorme, tanto quanto l’entusiasmo e la caparbietà con cui siamo pronti ad affrontarlo, sostenuti da un popolo unito, che crede in se stesso e nelle sue capacità, che crede in un futuro diverso ed i nostri figli, un futuro qui… a Cautano. “Crediamoci nessuno escluso”

NICOLA MASTROCINQUE

nmastro5@gmail.com