Polemiche e diatribe, De Lorenzo: ''Si ritrovi senso di comunità... Gli avversari sono fuori dal PD'' Politica

Concordo con quanti sottolineano la necessità che il partito ritrovi tranquillità e senso di comunità che sono profondamente minati dalle continue polemiche sulla stampa e sui social. Fin dal mio primo intervento da coordinatore cittadino, nel 2016, ho sempre stigmatizzato le diatribe portate avanti pubblicamente che hanno come prima (e spesso unica) conseguenza quella di danneggiare ed indebolire l’immagine e la credibilità del partito”. Lo scrive in una nota Giovanni De Lorenzo, coordinatore cittadino PD Benevento.

Nel corso degli anni, come è giusto che sia - aggiunge -, abbiamo discusso nelle sedi e negli organismi di partito a ciò deputati. Lo abbiamo fatto anche di recente, ad inizio marzo, nell’ultima direzione provinciale svoltasi prima del lockdown. Mi auguro si possa ricominciare al più presto, come già fatto col coordinamento cittadino, nell’assemblea dei segretari di circolo convocata per giovedì in streaming. Sede nella quale anche io avrò la possibilità di dire la mia sulle ultime vicende.

I nostri avversari, però, sono fuori dal PD!

E intanto - rileva - stiamo perdendo tempo ed energie, logorandoci dall’interno in una sterile polemica: da quel che mi è stato riferito quando ho dato la mia disponibilità, la Segreteria Nazionale ha chiesto (a tutte le federazioni d'Italia) dei riferimenti provinciali per i singoli dipartimenti tematici attivati.
Piuttosto diamoci tutti da fare per contrastare il centrodestra, per opporci al sindaco ed all’attuale amministrazione della città. Contribuiamo tutti insieme, utilizzando il nostro tempo per costruire e programmare una proposta seria. È vero: è necessario che vengano rafforzate la collegialità e l’unitarietà dell’azione politica, ma le polemiche, le critiche e le discussioni - conclude Giovanni De Lorenzo - si mantengano all'interno del partito e, soprattutto, si concentrino su temi utili alla cittadinanza”.